Roma, inaugurato murale dedicato ad Alberto Sordi e al marchese del Grillo


A Roma, nel quartiere della Garbatella è stato inaugurato un grande murale dedicato ad Alberto Sordi e al marchese del Grillo, con un’iniziativa promossa dalla squadra di calcio della Roma.

“Io so’ io, e voi nun siete un cazzo”: chi non ricorda la celeberrima... massima del marchese del Grillo? Adesso la faccia del marchese che amava prendersi gioco di tutta la corte pontificia nella Roma napoleonica, interpretato da Alberto Sordi nell’indimenticabile Il marchese del Grillo di Mario Monicelli del 1981, campeggia su di un palazzo della Garbatella, alle porte del centro storico di Roma. Si tratta di un’opera dello street artist Lucamaleonte: l’iniziativa è della squadra di calcio della AS Roma che l’ha realizzata con il patrocinio di Regione Lazio e in collaborazione con Ater, Fondazione Museo Alberto Sordi, Associazione Alberto Sordi, Fondazione Alberto Sordi, Comitato di quartiere, Associazione Itaca e Roma Club Garbatella nell’anniversario numero 101 della nascita di Alberto Sordi.

L’attività rientra nel più ampio quadro dei progetti che la squadra di calcio e la sua fondazione, Roma Cares, hanno avviato per le celebrazioni dei 150 anni di Roma Capitale: iniziative che sono già peraltro passate attraverso la street art, con murales dedicati a diversi altri importanti personaggi di Roma. “Siamo quindi fieri di questa opera, realizzata assieme alla Regione e ad ATER”, ha detto Stefano Scalera, external affairs director della AS Roma. “La Roma è impegnata in campo e fuori dal campo, con Roma Cares, per restare vicino a tutti i cittadini. E ai tifosi della Roma in primis. Con Regione, ATER e Comune continueremo a lanciare iniziative di riqualificazione delle nostre piazze, attraverso altri murales. Perché la nostra città è anche la nostra forza”.

L’opera decora un palazzo al civico 2 di via Rocco da Cesinale, vicino a via Fausto Vettor 34, dove Sordi visse da bambino. La Garbatella è un quartiere molto legato ad Alberto Sordi: non solo ci ha vissuto, ma ci ha girato anche il primo film, Mamma mia che impressione!. Insomma, una sorta di ritorno alle origini per l’attore con un’immagine che lo raffigura in una delle sue classiche pose sornione, nei panni dello sfrontato marchese d’inizio Ottocento.

Nell’immagine, il murale dedicato ad Alberto Sordi. Foto AS Roma

Roma, inaugurato murale dedicato ad Alberto Sordi e al marchese del Grillo
Roma, inaugurato murale dedicato ad Alberto Sordi e al marchese del Grillo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Ognuno ha la sua croce. L'arte provocatoria del Fronte Acciaio Cromato
Ognuno ha la sua croce. L'arte provocatoria del Fronte Acciaio Cromato
Roma, guardie svizzere gay in un'opera di street art sulle ingerenze della Chiesa
Roma, guardie svizzere gay in un'opera di street art sulle ingerenze della Chiesa
Il Recovery Fund diventa un'opera di street art: succede a Roma
Il Recovery Fund diventa un'opera di street art: succede a Roma
Per il calendario 2021, Lavazza sceglie 13 maestri della fotografia, da McCurry a LaChapelle
Per il calendario 2021, Lavazza sceglie 13 maestri della fotografia, da McCurry a LaChapelle
La crisi della democrazia e la fine dell'uomo: ecco la nuova opera di Gian Maria Tosatti
La crisi della democrazia e la fine dell'uomo: ecco la nuova opera di Gian Maria Tosatti
Milano, sei gallerie fanno squadra per valorizzare il quartiere Monti
Milano, sei gallerie fanno squadra per valorizzare il quartiere Monti