Un crowdfunding per completare il Parco dei Murales a Napoli


A Napoli è in corso una campagna di crowdfunding per sostenere il completamento del Parco dei Murales.

INWARD, l’osservatorio nazionale sulla creatività urbana dell’Associazione Culturale Arteteca, ha da pochi giorni dato vita a una campagna di crowdfunding per completare il Parco dei Murales di Napoli, un programma di riqualificazione artistica e rigenerazionale sociale ideato da INWARD nel Parco Merola di Ponticelli, uno dei sobborghi nella periferia est della città partenopea. Dal 2015, street artist di fama internazionale si sono alternati per lasciare le loro opere nel parco, diventato così allo stesso tempo un presidio di cittadinanza attiva, mezzo di riscatto sociale e attrattiva culturale. L’opera non è ancora completata: per questo, INWARD lancia una campagna per raccogliere i diecimila euro necessari per finanziare l’opera conclusiva, che sarà firmata dallo street artist napoletano Zeus40 e trasmetterà l’importanza e il senso della cura, e sarà inoltre la base per mettere in atto la produzione della nuova identità visiva del parco. “I fondi raccolti”, spiega INWARD, “ci consentiranno di organizzare laboratori, attività ed interventi sociali sul valore emerso, realizzare la grande opera murale, produrre gadget sull’identità visiva dell’intero Parco dei Murales”.

La prima opera a sorgere nel Parco dei Murales è stata Ael. Tutt’egual song’e criature, dell’italo-olandese Jorit Agoch, seguita dalle creazioni di Zed1 (A’ pazziella n’man ’e criature), Mattia Campo Dall’Orto (Lo trattenemiento de’ peccerille, chiaro riferimento al Cunto de li cunti di Giambattista Basile), Rosk&Loste ( Chi è vuluto bene non s’o scorda), La Fille Bertha (’A mamm’ ’e tutt’ ’e mamm’, un omaggio alla Madonna della Misericordia di Piero della Francesca) e Daniele Hope Nitti (Je sto vicino a te). L’opera di Zeus40 concluderà dunque il ciclo.

La campagna prevede una serie di riconoscimenti ai sostenitori (a oggi, 16 gennaio, sono stati raccolti quasi 6.000 euro dei 10.000 necessari, e la campagna si chiuderà il 3 febbraio), come cartoline, shopper, magliette a seconda dell’importo donato per la causa. Per poter contribuire è possibile visitare la pagina dedicata alla campagna sul sito Meridonare.it.

Nell’immagine: Ael. Tutt’egual song’e criature di Jorit Agoch. Ph. Credit INWARD.

Un crowdfunding per completare il Parco dei Murales a Napoli
Un crowdfunding per completare il Parco dei Murales a Napoli


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER