Riapre il quartiere delle ceramiche di Grottaglie con oltre 50 botteghe artigianali


Riapre a Grottaglie il quartiere delle ceramiche con oltre cinquanta botteghe artigianali di esperti ceramisti. 

Dopo sette mesi di chiusura al pubblico, riapre il quartiere delle ceramiche di Grottaglie (Taranto) con oltre cinquanta botteghe artigianali. Un intero quartiere di esperti ceramisti che, ricavando laboratori e forni di cottura nella roccia di ambienti ipogei utilizzati in passato anche come frantoi, hanno sviluppato una fiorente attività artigianale oggi ricononosciuta in tutto il mondo. 

Alcune botteghe conservano ancora al loro interno torni e fornaci e in ciascun laboratorio è possibile osservare le diverse fasi di lavorazione degli oggetti, secondo la tradizione nata nel Medioevo.

Oltre a piatti, ciotole, coppe, recipienti di varie forme, si trovano i galletti, tipici di Grottaglie, i "pumi", che si vedono esposti sui davanzali delle case salentine e sono considerati di buon auspicio (ma solo se dati o ricevuti in dono), e la "pupa baffuta", personaggio nato da una leggenda: un vignaiolo, per sottrarre la giovane moglie alla tradizione dello ius primae noctis, si travestì da donna per presentarsi al feudatario al posto della ragazza. Dimenticò però di tagliarsi i baffi e fu subito scoperto. Il feudatario ne rise, ma gli chiese, per risparmiargli la vita, che gli portasse tutto il vino prodotto dalle sue vigne in anfore che avessero le sue fattezze travestito. Lui, grazie all’aiuto degli artigiani del paese, glielo portò: nelle anfore a forma di pupa baffuta.

Grottaglie è l’unica città della ceramica con un quartiere interamente dedicato alla produzione di questo tipo artigianato. 

Poco distante dal quartiere riapre anche il Museo della Ceramica, la cui esposizione permanente costituisce il più importante museo pugliese sul tema dell’arte ceramica. Suddiviso in cinque sezioni, il museo espone 517 pezzi che vanno dalla ceramica tradizionale d’uso alle maioliche fino agli oggetti contemporanei. Provenienti da collezioni pubbliche e private, i manufatti raccontano la storia di un tempo in cui la ceramica rivestiva un ruolo fondamentale nella quotidianità. Alla sezione ceramica tradizionale d’uso e alla sezione maioliche, si aggiungono quella dedicata ai presepi, quella archeologica e quella contemporanea. 

Nell’immagine, coppia di pupe maiolicate

Riapre il quartiere delle ceramiche di Grottaglie con oltre 50 botteghe artigianali
Riapre il quartiere delle ceramiche di Grottaglie con oltre 50 botteghe artigianali


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma