Arte Fiera 2019, ecco i nomi di tutti i vincitori dei premi


Ecco i nomi di tutti i vincitori dell’edizione 2019 di Arte Fiera a Bologna.

Nel pomeriggio di venerdì 1° febbraio sono stati assegnati i premi dell’edizione 2019 di Arte Fiera, la fiera d’arte moderna e contemporanea di Bologna. Di seguito l’elenco dei vincitori.

Il Premio Mediolanum per la pittura è stato assegnato all’opera Dopo la Tempesta (2017) dell’artista Nazarena Poli Maramotti (A+B Gallery) il cui lavoro affronta e si confronta con la grande storia della pittura ma reinterpretandola come lacerazione nella sua frammentazione e nel suo divenire. La giuria era composta da Cecilia Canziani, curatrice indipendente, Roma; Maria Morganti, artista, Venezia; Gianluca Ranzi, curatore indipendente, Milano; Stefano Pirrone, Wealth Advisor Banca Mediolanum.

Il Premio per la Fotografia Annamaria e Antonio Maccaferri è stato assegnato a I Pilastri della Terra (2019) di Virginia Zanetti (Galleria Traffic) per aver affrontato con spiritio leggero e originale tematiche attuali e urgenti come l’attenzione all’ambiente. Il secondo premio ex equo viene data a Mushroom from the forest #1 (2011) di Takashi Homma (Galleria Viasaterna) e a The Google Trilogy – 1. Report a problem (2012) di Emilio Vavarella (Galleriapiù). Con il primo si dà un riconoscimento ad un linguaggio fotografico raffinato e concettuale, capace di affrontare tematiche legate ancora una volta all’ambiente, in questo caso drammatiche, con il secondo è stato premiato l’utilizzo intelligente della rete e l’aver sviluppato un corpus fotografico legato al lungo viaggio virtuale capace di incontrare ed evidenziare l’errore con grande impatto cromatico e visivo. La giuria era composta da Annamaria e Antonio Maccaferri, collezionisti; Maura Pozzati, storica dell’arte, Bologna; Letizia Ragaglia, direttrice Fondazione Museion, Bolzano.

Il Premio #ContemporaryYoung è stato assegnato a Santa Maria di Alberto Scodro (Galleria Car). Lo studio creativo dell’artista, basato sul ricercare, scoprire e sfidare diversi metalli attraverso un processo di fusione, rende l’opera unica e profonda. La giuria era composta da Sissi, presidente di giuria, artista; Michele Poggipolini, Marco Arletti, Enrica Gentile, Enrico Zuffe e Andrea Pizzardi per il Gruppo Giovani di Confindustria Emilia; Andrea Maioli, responsabile Cultura e Spettacoli di QN il Resto del Carlino; Alberto Ferrari, direttore generale di Banca di Bologna.

Il Premio Arte e Progetto Jacobacci & Partners è stato assegnato ad Untitled (2018) di Bernd Ribbeck per la struttura aperta dell’opera, per la sua capacità di dialogare con lo spazio e chi lo abita, per la sua natura progettuale espressa attraverso la stratificazione di materiali, tecniche e riferimenti sempre diversi, per la coerenza con il progetto culturale sviluppato nel tempo dalla Galleria Norma Mangione e per la piena espressione della mission della Jacobacci&Partners. La giuria era composta da Eva Brioschi, curatrice Collezione La Gaia, Busca; Stefano Collicelli Cagol, curatore Fondazione La Quadriennale, Roma; Andrea Viliani, direttore Madre, Napoli; Elena Re, curatrice indipendente e curatrice collezione Jacobacci, Torino.

Il Premio Rotary Bologna Valle del Samoggia è stato assegnato alla Galleria AF di Bologna, e il premio Rotaract e il premio speciale “Andrea Sapone” sono stati assegnati all’artista Sergia Avveduti in quanto ha saputo utilizzare molteplici dispositivi nella ricerca di differenti contesti espressivi. La giuria era composta da Roberto Grandi, Presidente Istituzione Bologna Musei; Fabiola Naldi, critica, curatrice e professore di arte contemporanea, Bologna; Paolo Nucci Pagliaro, Presidente Accademia Studi Caravaggeschi; Davide Rivalta, artista, coordinatore Dip. Arti Visive Accademia Belle Arti Bologna; Elisabetta Stagni, Presidente Rotary Club Bologna Valle del Samoggia.

Il Premio Angamc alla carriera è stato assegnato alla carriera del gallerista Pasquale Ribuffo (recentemente scomparso) fondatore insieme a Franco Bartoli della Galleria De’ Foscherari di Bologna. La motivazione: “Alla carriera di Pasquale Ribuffo, cofondatore della Galleria De’ Foscherari, che dai primi anni Sessanta ha associato, con grande impegno e professionalità, l’interesse per gli artisti storicizzati ad un’approfondita ricerca sulla contemporaneità”.

Nell’immagine: Santa Maria di Alberto Scodro.

Arte Fiera 2019, ecco i nomi di tutti i vincitori dei premi
Arte Fiera 2019, ecco i nomi di tutti i vincitori dei premi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER