Ufficiale: Bergamo e Brescia sono le Capitali Italiane della Cultura 2023


Con la conversione in legge del Decreto Rilancio, Bergamo e Brescia sono state ufficialmente nominate Capitali Italiane della Cultura per il 2023.

Bergamo e Brescia saranno, insieme, le Capitali italiane della Cultura per il 2023: con l’approvazione in Senato della conversione in legge del Decreto Rilancio, la scelta delle due città è definitivamente messa nero su bianco ed è diventata ufficiale. Il titolo conferito ai due capoluoghi lombardi intende promuovere il rilancio socio-economico e culturale delle due città, tra le più colpite dall’emergenza Covid-19 a livello di numeri assoluti (terza Brescia e quarta Bergamo, dopo Milano e Torino), nonché tra le più martoriate in rapporto alla popolazione (Bergamo e Brescia, in questa classifica, sono quarta e quinta dietro Cremona, Lodi, e Piacenza).

La proposta, lanciata dal Movimento 5 Stelle, era già stata ben accolta dai sindaci delle due città, Giorgio Gori ed Emilio Del Bono, che avevano annunciato una candidatura congiunta prima che il titolo venisse stabilito per legge: adesso dunque è fatta per Bergamo e Brescia, che vedono così un importante riconoscimento per i loro territori, colpiti con forza dal virus.

Nell’immagine: veduta di Bergamo all’alba. Ph. Credit

Ufficiale: Bergamo e Brescia sono le Capitali Italiane della Cultura 2023
Ufficiale: Bergamo e Brescia sono le Capitali Italiane della Cultura 2023


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER