Volti sfregiati alle donne più famose dell'arte: la campagna antiviolenza di Gazzo


 Ogni donna è un’opera d’arte: non sfregiarla, rispettala!, la campagna antiviolenza ideata e promossa dal Comune di Gazzo.

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune di Gazzo, in provincia di Padova, ha ideato una particolare iniziativa che unisce questa giornata all’arte. Sparse per l’intero Comune sono sette opere d’arte famosissime, dalla Gioconda di Leonardo alla Ragazza con l’orecchino di perla di Jan Vermeer, dalla Venere di Botticelli alla Dama con l’ermellino di Leonardo, dalla Marylin Monroe di Andy Warhol a Jeanne Hébuterne di Amedeo Modigliani, all’Autoritratto di Frida Kahlo. Tutte le donne ritratte in questi celebri capolavori dall’arte antica al Novecento mostrano tuttavia sui loro volti i segni della violenza subita: occhi tumefatti, lividi e sangue.

È stato realizzato anche uno spot contro la violenza sulle donne per invitare tutte le donne vittime di soprusi a farsi aiutare a ripulire le ferite e a far risplendere la bellezza dell’anima. 

L’iniziativa Ogni donna è un’opera d’arte: non sfregiarla, rispettala! è in corso fino al 31 dicembre 2020.

Volti sfregiati alle donne più famose dell'arte: la campagna antiviolenza di Gazzo
Volti sfregiati alle donne più famose dell'arte: la campagna antiviolenza di Gazzo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma