Londra, riaperta dopo un grande restauro la Leighton House, luogo di incontro dei Preraffaelliti


Dopo un grande restauro, ha riaperto a Londra la Leighton House, dimora di Lord Frederic Leighton, tra gli esponenti più illustri dell’arte vittoriana, dove si riunivano i Preraffaelliti più celebri. 

A Londra, nel quartiere di Kensington, è stata da pochi giorni riaperta al pubblico, dopo un restauro da 9 milioni di sterline e in concomitanza con il suo museo gemello Sambourne House originariamente di proprietà dell’illustratore Edward Linley Sambourne, la Leighton House. Qui un tempo vi dimorava Lord Frederic Leighton, tra gli esponenti più illustri dell’arte vittoriana e artista poliedrico di grande spicco vicino ai Preraffaelliti.

Progettata dall’architetto George Aitchison nel 1864, nella Leighton House si riunivano i Preraffaelliti più celebri, da John Everett Millais a Edward Burne-Jones, ad Alma-Tadema.

Oggi la dimora, divenuta museo, è stata oggetto di un intervento radicale di ristrutturazione e di ampliamento, con la creazione di nuovi spazi espositivi, un Learning Centre, una caffetteria e un magazzino. Il progetto di ristrutturazione è stato realizzato dallo Studio DBP, che si è concentrato sul recupero e sulla valorizzazione degli elementi architettonici originali dell’edificio. Fulcro della Leighton House è l’Arab Hall, una sala sovrastata da una cupola dorata e decorata con rivestimenti e mosaici che si ispira all’architettura islamica. All’interno del museo sono visibili anche i preziosi tessuti, le ceramiche e gli arredi che Lord Leighton collezionò nel corso della sua vita, tra un viaggio e l’altro che lo ha portato in Turchia, in Egitto e in Siria. I nuovi spazi sono stati realizzati rispettando la decorazione degli interni del resto della dimora.

È stata commissionata inoltre un’opera contemporanea: si tratta di Oneness, un murale di ben undici metri realizzato dall’artista iraniana Shahrzad Ghaffari che sarà visibile in maniera permanente sulle pareti della scala elicoidale e che si ispira a una poesia di Rumi del XIII secolo che indaga i temi universali di amore e conoscenza.

Artigiani siriani hanno inoltre realizzato a mano una serie di mobili per arredare i nuovi spazi del museo. Tutti i pezzi sono stati creati in collaborazione con Turquoise Mountain, un’associazione inglese senza scopo di lucro istituita dal Principe di Galles al fine di preservare e sviluppare le pratiche artigianali tradizionali dell’area dell’Afghanistan come mezzo di rigenerazione economica.

Con la riapertura della Leighton House, hanno preso il via anche due progetti espositivi: Artists and Neighbours: the Holland Park Circle (dal 15 ottobre 2022 al 19 marzo 2023) e A Life of Drawing: Highlights from the Leighton collection (dal 15 ottobre 2022 al 19 febbraio 2023).

Leighton House è visitabile dal mercoledì al lunedì. Ultimo ingresso alle ore 16.30

Per info: https://www.rbkc.gov.uk/

Immagine: La Narcissus Hall di Leighton House © RBKC, Leighton House. Foto di Will Pryce

Londra, riaperta dopo un grande restauro la Leighton House, luogo di incontro dei Preraffaelliti
Londra, riaperta dopo un grande restauro la Leighton House, luogo di incontro dei Preraffaelliti


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


La Russia continuerà a prestare le sue opere per mostre all'estero? Per un po' forse no
La Russia continuerà a prestare le sue opere per mostre all'estero? Per un po' forse no
I teatri sono luoghi sicuri: dalla riapertura a oggi soltanto un caso di Covid-19
I teatri sono luoghi sicuri: dalla riapertura a oggi soltanto un caso di Covid-19
Cimabue ritrovato in cucina, il governo francese blocca l'esportazione: vuole acquistarlo per il Louvre
Cimabue ritrovato in cucina, il governo francese blocca l'esportazione: vuole acquistarlo per il Louvre
Addio al fumettista francese Albert Uderzo, padre di Asterix
Addio al fumettista francese Albert Uderzo, padre di Asterix
Il Forum dell'arte contemporanea chiama il Governo. Ecco le richieste mandate a Conte
Il Forum dell'arte contemporanea chiama il Governo. Ecco le richieste mandate a Conte
Il MiBACT ha stanziato 15 milioni per il recupero della Cavallerizza Reale di Torino
Il MiBACT ha stanziato 15 milioni per il recupero della Cavallerizza Reale di Torino