Il David di Michelangelo è ancora più protetto


Dopo l’attentato di Barcellona dei giorni scorsi, sono state emanate ulteriori disposizioni per aumentare controllo e vigilanza presso la Galleria dell’Accademia di Firenze.

La direttrice della Galleria dell’Accademia di Firenze Cecile Holberg ha dichiarato: “In seguito all’attacco terroristico in Spagna, con il Ministero dei Beni culturali ci siamo messi in allerta. Abbiamo già un ottimo sistema di misure di sicurezza, ma vista la situazione abbiamo deciso di incrementarle ancora”. 

Ha inoltre emanato un ordine di servizio con “indicazioni perché il personale, in modo discreto, sorvegli maggiormente tutto quello che accade nel museo e nelle file antistanti l’ingresso”

Sono stati stabiliti controlli più stringenti al metal detector ed è stata ristretta la gamma degli oggetti che le persone possono introdurre in Galleria; vietate ad esempio bottiglie d’acqua superiori al mezzo litro e liquidi diversi dall’acqua.

Le opere della Galleria dell’Accademia, nonché il David di Michelangelo sono "sorvegliati speciali".

Fonte: Ansa - Qui news Firenze

 

 

Il David di Michelangelo è ancora più protetto
Il David di Michelangelo è ancora più protetto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER