Il restauro dei Giardini Reali di Venezia vince il premio di Europa Nostra 2023


Il progetto di restauro e conservazione dei Giardini Reali di Venezia ha ottenuto il Premio Europeo per il Patrimonio Culturale / Europa Nostra Award 2023.

Il progetto di restauro e conservazione dei Giardini Reali di Venezia ha ottenuto il Premio Europeo per il Patrimonio Culturale / Europa Nostra Award 2023, riconoscimento istituito dalla Commissione europea nel 2002 con l’obiettivo di celebrare e promuovere i molteplici valori che il patrimonio naturale e culturale ha per la società, l’economia e l’ambiente in Europa.

Il complesso lavoro di restauro dei Giardini Reali, promosso e realizzato da Venice Gardens Foundation sotto la direzione della Presidente Adele Re Rebaudengo e sostenuto da Generali in qualità di main partner, ha permesso di riportare a nuova vita i Giardini, riaperti al pubblico il 17 dicembre 2019. Risalenti all’epoca Napoleonica, i Giardini erano in grave stato di abbandono e l’intervento ha permesso non solo di ripristinarne il legame architettonico con Piazza San Marco, ma anche di renderli accessibili a tutti.

“Piazza San Marco e l’area Marciana in generale rappresentano un luogo simbolo conosciuto in tutto il mondo. Assicurazioni Generali ha sostenuto come partner unico il restauro dei Giardini Reali voluto dalla Venice Gardens Foundation perché questo progetto ha restituito alla città e a chi la visita un’oasi di bellezza e di riflessione immersa nel verde”, ha dichiarato Simone Bemporad, direttore della Comunicazione e degli Affari Istituzionali di Assicurazioni Generali e vicepresidente della fondazione The Human Safety Net. “Ma lo ha fatto anche perché c’è un filo conduttore che dall’acqua, elemento simbolo della città, porta a San Marco, dove le Procuratie Vecchie - casa della Human Safety Net e quinta inconfondibile della piazza - aprono le porte ad un viaggio che ci riguarda tutti: esprimere appieno il proprio potenziale”.

Il complesso intervento sostenuto da Generali nell’area Marciana ha consentito di realizzare anche un complesso lavoro di restauro botanico e valorizzazione dei Giardini Reali. Quello che ha riguardato i giardini è stato un intervento conservativo per quanto riguarda il disegno e le architetture, volutamente rispettoso dell’evoluzione storica che ha connotato il sito e coerente con lo storico disegno ottocentesco, ma anche innovativo e sperimentale dal punto di vista botanico, grazie all’opera dell’architetto paesaggista Paolo Pejrone.

I Giardini Reali sono ora curati e preservati con specifici programmi, sintesi delle antiche conoscenze e delle nuove tecniche volte a una gestione sostenibile e responsabile senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi, con grande attenzione alla conservazione delle risorse naturali, al riuso, al riciclo e alla valorizzazione degli elementi fisici esistenti. Riprendendo i disegni degli architetti Carlo Aymonino e Gabriella Barbini, il restauro architettonico e il ripristino della Serra sono stati compiuti dall’architetto Alberto Torsello. Al suo interno trova spazio The Human Garden, che ospita le attività artistiche, culturali e di ricerca promosse e sostenute da Venice Gardens Foundation. Qui si trova inoltre l’installazione Archivio delle Radici, una xiloteca di legni diversi provenienti dai paesi in cui opera The Human Safety Net. Il restauro ha coinvolto anche lo storico ponte levatoio, che collegava anticamente i Giardini Reali alle Procuratie Nuove e a Piazza San Marco, con l’intento, in futuro, di ripristinare la passeggiata che dalla laguna passa attraverso i giardini e arriva fino al Museo Correr riaprendo il rinnovato dialogo con Piazza San Marco e l’area Marciana.

Immagine: Vista dall’alto dei Giardini Reali. Foto di Emilio Bottazzi.

Il restauro dei Giardini Reali di Venezia vince il premio di Europa Nostra 2023
Il restauro dei Giardini Reali di Venezia vince il premio di Europa Nostra 2023


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020