Richard Gere è a Firenze: per lui le chiavi della città, e una visita agli Uffizi


Richard Gere è a Firenze: per lui le chiavi della città per il suo impegno a favore dei più deboli, e una visita agli Uffizi.

Visita agli Uffizi per il celebre attore statunitense Richard Gere: l’interprete di Ufficiale gentiluomo, American gigolo, Pretty woman, Autumn in New York e tanti altri film di successo (soprattutto degli anni Ottanta e Novanta) era oggi a Firenze per ricevere le chiavi della città dal sindaco Dario Nardella, “per la solidarietà che ha concretamente e pacificamente dimostrato nei confronti di coloro che soffrono, relegati ai margini della società e per il suo impegno trentennale in difesa dei diritti umani fondamentali, della libertà di pensiero e religiosa” (così si legge nella motivazione ufficiale.

Durante il suo soggiorno fiorentino, l’attore si è concesso una sosta per un tour di un’ora del museo, guidato dal direttore Eike D. Schmidt. Nel giorno di chiusura del museo, l’attore ha posato con i dipendenti della galleria per un selfie di gruppo e ha firmato autografi.

Da quanto si apprende, Richard Gere è rimasto affascinato soprattutto dalla Pala di Ognissanti di Giotto, dal doppio ritratto dei duchi d’Urbino di Piero della Francesca, dalla Primavera di Botticelli, dall’Annunciazione di Leonardo da Vinci e dal Tondo Doni di Michelangelo.

“Richard Gere”, ha dichiarato il direttore Schmidt, “è un visitatore davvero attento e curioso. Si è soffermato su ogni opera, studiando con pazienza i dettagli e facendo molte domande. Ha apprezzato moltissimo la Tebaide del Beato Angelico, sottolineando la somiglianza tra le figure dei santi padri in ritiro ascetico nel deserto ed i monaci buddhisti tibetani” (com’è noto, Richard Gere è buddhista praticante fin dagli anni Settanta).

Nel corso del suo soggiorno toscano, Richard Gere è stato in visita anche al monastero buddhista di Pomaia (vicino Pisa) e si è soffermato anche alla Fondazione Zeffirelli di Firenze, per una visita guidata con Pippo Zeffirelli, figlio del regista Franco recentemente scomparso.

Nella foto: Richard Gere insieme ad Eike Schmidt di fronte al Tondo Doni. 

Richard Gere è a Firenze: per lui le chiavi della città, e una visita agli Uffizi
Richard Gere è a Firenze: per lui le chiavi della città, e una visita agli Uffizi


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma