A Spoleto un laboratorio per restaurare le opere colpite dal sisma


Nel Museo Diocesano di Spoleto è nato un laboratorio di restauro per le opere d’arte colpite dal sisma del Centro Italia.

Laboratorio di restauro delle opere d’arte colpite dal terremoto nella Sala Barberini del Museo Diocesano di Spoleto

L’iniziativa è stata pensata e voluta dall’arcivescovo Renato Boccardo e dalla restauratrice di Norcia Emanuela D’Abbraccio, la cui casa è stata dichiarata definitivamente inagibile.
Inoltre a Norcia la D’Abbraccio aveva il laboratorio di restauro sotto la sacrestia della Concattedrale di Santa Maria, distrutta dal sisma.

Boccardo ha proposto alla restauratrice di continuare la sua attività all’interno del Museo Diocesano di Spoleto, permettendo ai visitatori di seguire i lavori di restauro; ora sta restaurando una tela del Seicento di Anastasio Fontebuoni che raffigura la Madonna con Bambino tra Santi, dipinto estratto dalle macerie della chiesa di S. Agostino a Norcia.
In programma il restauro del Cristo parlante del Quattrocento che era posto nella Concattedrale di Santa Maria e della Resurrezione di Lazzaro di Michelangelo Carducci nella basilica di San Benedetto.

L’arcivescovo Boccardo ha affermato che il laboratorio di restauro nel Museo Diocesano di Spoleto è "un ulteriore segno di speranza per questi nostri territori duramente provati dal sisma e quanto prima desiderosi di tornare alla normalità".

Fonte: Ansa - Umbriacronaca

Photo Credit: Chiesa di Sant’Eufemia di Spoleto, parte del complesso del museo diocesano della città.

A Spoleto un laboratorio per restaurare le opere colpite dal sisma
A Spoleto un laboratorio per restaurare le opere colpite dal sisma


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Uwe Jäntsch lascia Palermo e la Vucciria dopo 19 anni. Sarà distrutto il suo ultimo intervento
Uwe Jäntsch lascia Palermo e la Vucciria dopo 19 anni. Sarà distrutto il suo ultimo intervento
Torna agli Uffizi il dipinto caravaggesco di Manfredi, devastato nella strage mafiosa dei Georgofili
Torna agli Uffizi il dipinto caravaggesco di Manfredi, devastato nella strage mafiosa dei Georgofili
Firenze: trovata necropoli romana durante i lavori per la tramvia
Firenze: trovata necropoli romana durante i lavori per la tramvia
Scomparsa Betty Woodman, celebre ceramista dell'arte contemporanea
Scomparsa Betty Woodman, celebre ceramista dell'arte contemporanea
Le guide turistiche chiedono a Matteo Salvini sicurezza e iniziative contro gli abusivi
Le guide turistiche chiedono a Matteo Salvini sicurezza e iniziative contro gli abusivi
Un archivio digitale delle opere di Canova al Museo Civico di Bassano del Grappa
Un archivio digitale delle opere di Canova al Museo Civico di Bassano del Grappa