Stonehenge rischia di essere rimossa dal Patrimonio Mondiale dell'Umanità Unesco


Dopo Liverpool, il Regno Unito rischia di perdere un altro Patrimonio Mondiale dell'Umanità Unesco, ovvero Stonehenge, minacciata da un tunnel.

Dopo aver perso Liverpool, adesso il Regno Unito rischia di perdere anche il suo Patrimonio Mondiale dell’Umanità più famoso, ovvero Stonehenge: l’Unesco, durante la 44^ sessione del World Heritage Commitee in corso a Fuzhou (Cina) ha fatto sapere che Stonehenge potrebbe essere inserita nell’elenco del Patrimonio Mondiale in Pericolo, il primo passaggio per la rimozione (esattamente come successo a Liverpool). I problemi sono le politiche di sviluppo infrastrutturale della zona: vicino a Stonehenge passa infatti una strada, la A303, per la quale un progetto prevede il raddoppio di corsia e la costruzione di un tunnel di 3,3 km, del costo di 1,7 miliardi di sterline, che andrebbe a scorrere a breve distanza dal sito.

Secondo l’Unesco, si tratta di un progetto che non garantirebbe la protezione dell’Outstanding Universal Value (eccezionale valore universale) del sito di Stonehenge, in quanto, si legge in un documento, il piano di sviluppo “minaccia l’integrità del sito”. Il problema, secondo l’agenzia delle Nazioni Unite per la cultura, risiede nel fatto che per ragioni di risparmio economico è stato progettato un tunnel troppo corto e troppo poco profondo affinché non impatti su Stonehenge. Pertanto, l’Unesco “raccomanda che il Comitato consideri l’iscrizione del sito nell’elenco del Patrimonio Mondiale in Pericolo” nel caso in cui il progetto per la A303 venga approvato così com’è stato presentato. L’Unesco chiede dunque al Regno Unito di modificare il progetto per far sì che non vada a intaccare il valore di Stonehenge.

La decisione dell’Unesco ha fatto scattare, nel Regno Unito, un coro di critiche verso il governo. Secondo Chris Blanford, presidente di World Heritage UK, il governo ha una “bassa consapevolezza dell’importanza dei siti Unesco”, anche perché molti di essi, peraltro, sono sottofinanziati. “Sono siti d’importanza internazionale, sono il meglio del nostro patrimonio culturale. In un momento storico in cui ci troviamo fuori dall’Unione Europea e vogliamo essere presi sul serio a livello internazionale, perché non utilizziamo queste risorse di straordinaria importanza per aiutarci a farlo?”.

Stonehenge rischia di essere rimossa dal Patrimonio Mondiale dell'Umanità Unesco
Stonehenge rischia di essere rimossa dal Patrimonio Mondiale dell'Umanità Unesco


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


È di Banksy il murales di San Valentino comparso a Bristol
È di Banksy il murales di San Valentino comparso a Bristol
Preoccupazioni per il governo populista sloveno. “Sta facendo una guerra contro la cultura”
Preoccupazioni per il governo populista sloveno. “Sta facendo una guerra contro la cultura”
Firenze, i carabinieri ritrovano e restituiscono un'opera di Franco Angeli
Firenze, i carabinieri ritrovano e restituiscono un'opera di Franco Angeli
“Mondo cane”, il paese delle meraviglie horror del Padiglione del Belgio alla Biennale di Venezia
“Mondo cane”, il paese delle meraviglie horror del Padiglione del Belgio alla Biennale di Venezia
Riaperto a Zurigo il Pavillon Le Corbusier
Riaperto a Zurigo il Pavillon Le Corbusier
Gli Uffizi acquistano sculture ed epigrafi di epoca romana
Gli Uffizi acquistano sculture ed epigrafi di epoca romana