USA, si distruggono i monumenti a Cristoforo Colombo: decapitato quello di Boston, abbattuto quello di Richmond


Ondata di distruzioni contro i monumenti a Cristoforo Colombo negli USA: decapitata la statua di Boston, abbattuta quella di Richmond.

L’ondata di protesta del movimento Black Lives Matter non risparmia i monumenti dei personaggi dal passato controverso o che sono considerati all’origine del genocidio dei nativi e della tratta degli schiavi negli Stati Uniti. Una delle figure più contestate è quella di Cristoforo Colombo (Genova, 1451 - Valladolid, 1506), considerato l’esploratore che diede il via alla colonizzazione dell’America. Ci sono studi storici che, rileggendo fonti contemporanee, sono giunti a concludere che Colombo, durante il suo incarico di Governatore delle Indie per conto della corona spagnola, facesse sistematico uso della tortura nei confronti dei nativi per governare l’isola di Hispaniola, e non disdegnasse la riduzione in schiavitù. Da una parte del movimento Colombo è pertanto visto come una delle figure che hanno permesso il genocidio dei nativi e l’inizio dello schiavismo.

A Boston, città di quasi settecentomila abitanti e una delle più antiche degli Stati Uniti, è stato decapitato nottetempo il monumento a Cristoforo Colombo situato nel Christopher Columbus Park sull’Atlantic Avenue. La testa è stata ritrovata alla sua base. La polizia della città del Massachusetts, al momento, sta indagando per risalire agli autori. Non è la prima volta che il monumento a Colombo è oggetto di proteste: la statua di Boston era già stata decapitata nel 2006, ed era stata imbrattata nel 2015 con vernice rossa e con la scritta “Black Lives Matter” sulla base.

Sempre questa notte, a Richmond, capitale della Virginia, il monumento a Colombo di Byrd Park è stato abbattuto a seguito di una manifestazione, cominciata in maniera pacifica: dopo l’abbattimento, la statua è stata dapprima imbrattata, quindi incendiata, e infine gettata nel lago del parco. I media locali riportano che durante l’azione un piccolo gruppo di facinorosi ha anche aggredito un fotografo della NBC, che comunque non ha subito conseguenze.

A Syracuse, città dello stato di New York sede di una prestigiosa università, è partita invece una petizione per chiedere alle autorità locali di rimuovere la statua del navigatore genovese, e iniziative analoghe sono partite anche in altre località americane.

USA, si distruggono i monumenti a Cristoforo Colombo: decapitato quello di Boston, abbattuto quello di Richmond
USA, si distruggono i monumenti a Cristoforo Colombo: decapitato quello di Boston, abbattuto quello di Richmond


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER