Milano è la città dove si legge di più: i risultati dell'Osservatorio AIE


Milano è la città italiana in cui si legge di più e in cui si frequentano di più le librerie fisiche: è emerso dai risultati dell’Osservatorio AIE presentati nell’ambito di BookCity Milano.

In occasione di BookCity Milano, manifestazione nel capoluogo lombardo dedicata ai libri e ai suoi lettori che si terrà dal 17 al 21 novembre 2021, sono stati presentati i risultati dell’Osservatorio AIE sull’acquisto e la lettura di libri nel Comune di Milano, realizzata in collaborazione con BookCity Milano su dati di PepeResearch. Ne è emerso che Milano ha più lettori della media italiana, 64% contro 56% (chi legge almeno un libro in un anno, compresi ebook e audiolibri, tra i maggiori di 14 anni), e soprattutto più lettori in digitale (e-book e audiolibri): 39% contro 26%. Inoltre, forse perché ne hanno molte a disposizione vicino casa, anche se rimangono grandi differenze tra centro e periferia, i milanesi frequentano di più le librerie fisiche che nel resto d’Italia. 

“Questa indagine, un unicum a livello europeo, è il nostro contributo alla città per un dibattito informato, e quindi l’attuazione di politiche efficaci, per la promozione della lettura e del libro a Milano”, ha spiegato il presidente di AIE Ricardo Franco Levi. “I dati che abbiamo presentato indicano innanzitutto la ricchezza dell’esperienza cittadina, ma anche alcune disparità tra centro e periferia. Vorremmo che questo fosse il primo passo verso un Osservatorio permanente sui consumi culturali nel Comune di Milano e dell’Area metropolitana”.

I dati sulla lettura

I milanesi che hanno letto almeno un libro negli ultimi dodici mesi, compresi e-book e audiolibri, sono il 64%, contro una media nazionale del 56%. Leggono in digitale a Milano (e-book e audiolibri) il 39% della popolazione contro il 26% della media italiana. Il gap nella lettura si nota soprattutto nelle fasce giovanili: a Milano si dichiarano lettori l’88% nella fascia 15-17 e l’87% nella fascia 18-24. In Italia sono lettori nella stessa fascia il 51% e l’81%. Leggono molto di più i milanesi della media italiana anche nelle fasce 55-64 anni (47% contro 31%) e 65-74 anni (31% contro 19%).
Inoltre, il 42% dei lettori in Italia è un debole lettore, si ferma sotto la soglia dei tre libri l’anno. Nel caso di Milano, i deboli lettori sono il 24%, mentre la grande maggioranza si trova nella fascia da quattro a undici libri, il 69%.

Dove comprano i milanesi

Sono acquirenti di libri e di e-book il 63% dei milanesi contro il 51% della media italiana. Di soli e-book il 29% contro il 18% della media italiana. Se i milanesi guardano con maggior favore agli acquisti di prodotti digitali della media degli italiani, per i libri di carta si affidano invece maggiormente alle librerie fisiche che non alle librerie online. In particolare, il 90% dei milanesi acquirenti di libri ha comprato nelle librerie fisiche almeno una volta negli ultimi dodici mesi, in Italia solo il 73%. Al contrario, gli acquirenti di libri milanesi che hanno comprato almeno un libro online sono “solo” il 26%, contro il 55% della media italiana.

La mappa cittadina

L’analisi della lettura sul territorio mostra una distribuzione dei lettori diffusa sul territorio e che premia le periferie: sono lettori nei quartieri più lontani dal centro il 59% (persone sopra i 14 anni), contro il 58% nelle aree semiperiferiche e il 54% nelle aree centrali e semicentrali. Questo a fronte di una distribuzione delle librerie e cartolibrerie molto squilibrata in favore del centro: qui si trovano il 69% degli esercizi, il 19% nelle aree semiperiferiche, il 12% nelle periferiche. Detto in altro modo: nelle aree centrali e semicentrali ci sono 0,71 librerie e cartolibrerie ogni 1000 lettori, 0,14 nelle aree semiperiferiche e 0,07 nelle periferie.

Ph.Credit Steffen Schmitz

Milano è la città dove si legge di più: i risultati dell'Osservatorio AIE
Milano è la città dove si legge di più: i risultati dell'Osservatorio AIE


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER