A Biella parte un festival culturale tutto al femminile, con sole ospiti donne


A Biella parte la prima edizione di ContemporaneA, un festival culturale tutto al femminile, con sole ospiti donne, tra scrittrici, giornaliste, musiciste, storiche, economiste.

Un festival culturale interamente al femminile: si tratta di ContemporaneA. Parole e storie di donne, in programma sabato 10 e domenica 11 ottobre a Biella, presso Palazzo Gromo Losa. La particolarità consiste nel fatto che questo festival ha solo ospiti donne: oltre venti, tra scrittrici, traduttrici, giornaliste, economiste, musiciste, storiche, sociolinguiste e vivaiste. Il progetto, a cura di Irene Finiguerra e Barbara Masoni, nato online all’interno dell’associazione biellese BI-BOx in collaborazione con la libreria Giovannacci e arrivato ora alla prima edizione dal vivo, è quello di essere uno spazio per tutte le donne (e non solo) dove confrontarsi, sognare e progettare, dove ascoltare gli interventi di scrittrici, artiste, imprenditrici. Sullo spazio online non sono mancate le voci maschili, che hanno raccontato con video la propria autrice preferita: lo stesso format sarà replicato anche nel festival “fisico”.

Nel corso della due giorni il pubblico potrà ritrovare i format e alcuni degli ospiti che ha imparato ad amare e conoscere nei rendez-vous online sui canali social di ContemporaneA. Ogni mattina la giornata si apre con la rassegna stampa Giornali a colazione. Sabato 10 Roberta Scorranese, giornalista del Corriere della Sera, racconta come si sta evolvendo la professione insieme a Simona Romagnoli, giornalista de La Stampa per la redazione di Biella, nella sezione cultura e spettacolo. Domenica 11 commentano le notizie del giorno Francesca Angeleri (Corriere della Sera, Donna Moderna, Alias) e Roberto Azzoni, direttore da oltre un decennio dell’Eco di Biella.

Quattro gli appuntamenti con il Caffè con le ragazze. Sabato mattina, la giornalista Simonetta Fiori, che da trent’anni si occupa per La Repubblica di temi culturali, presenta La testa e il cuore. L’amore in trenta storie (Guanda, 2020), mentre al pomeriggio il caffè è in compagnia di Florencia Di Stefano-Abichain, traduttrice del libro L’atlante delle donne di Joni Seager (ADD Editore, 2020) e nota su Instagram come Florenciafacose. Argentina di origine, da anni vive a Milano e lavora come speaker radiofonica. Domenica la redattrice e traduttrice Alice Basso racconta del suo ultimo romanzo Il morso della vipera (Garzanti, 2020), mentre l’incontro pomeridiano è con Anna Peyron, fondatrice di un vivaio specializzato nella coltivazione di rose antiche e botaniche, ortensie, clematidi, piante e bulbi per amatori e autrice di Il romanzo della rosa (ADD Editore, 2020).

Sabato 10 al Ristorante Antico Comune di Biella un pranzo speciale con la giornalista Barbara Frandino per Vi racconto Edna O’Brien, scrittrice, femminista, ribelle, mentre domenica, sempre per pranzo, l’incontro sarà con la poetessa e scrittrice Elena Varvello, con Tu chi sei? Le vite degli altri. La scrittura di Elizabeth Strout (15 €, solo su prenotazione a segreteria.contemporanea@gmail.com). Ma non c’è solo letteratura: si affrontano altri temi con la sociolinguista Vera Gheno, specializzata in comunicazione digitale e autrice di apprezzati libri sull’uso della lingua italiana (l’ultimo, pubblicato da Longanesi nel 2020 è Parole contro la paura), con la giornalista Ritanna Armeni per la presentazione di Mara. Una donna del Novecento (Ponte alle Grazie, 2020), con Mariangela Pira, voce dell’economia su Sky Tg24 per capire come la pandemia ha infettato l’economia globale. Altri incontri sono quelli con Silvia Zanella, che prende le mosse dal suo ultimo libro Il futuro del lavoro è femmina (Bompiani, 2020), con Rossana De Michele, tra le creatrici di Storielibere.Fm, e con Alice Cappagli, violoncellista nell’orchestra del Teatro alla Scala per quasi quarant’anni.

Esce dagli schermi anche il format Scrittori per scrittrici, dedicato agli autori che raccontano la loro autrice preferita. Tra gli altri ci sono Andrea Pomella che con Anni luce nel 2018 è stato finalista nella dozzina del Premio Strega, Simone Tempia, ideatore del personaggio del maggiordomo immaginario Lloyd, capace di trovare una risposta ai dilemmi quotidiani del suo sir, Nicolò Targhetta, scrittore e creatore della pagina Non è successo niente e Raffaele Riba, scrittore e insegnante presso la Scuola Holden.

Giovedì 15 ottobre è in programma un ulteriore appuntamento con ContemporaneA: 25 anni di passione per l’arte: dalla Collezione alla Fondazione, un incontro con Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, collezionista d’arte e fondatrice della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino con sedi a Madrid e Guarene, membro di varie istituzioni d’arte internazionali. L’incontro sarà alle 21 a Palazzo Gromo Losa.

Il progetto si avvale del contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. L’illustrazione e il progetto grafico è a cura di Chiara Fucà. Per tutte le info è possibile collegarsi al sito di ContemporaneA festival.

A Biella parte un festival culturale tutto al femminile, con sole ospiti donne
A Biella parte un festival culturale tutto al femminile, con sole ospiti donne


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER