La vita e l'opera di Raffaello diventa un fumetto


La casa editrice Kleiner Fug ha realizzato una graphic novel che narra la vita e l’arte di Raffaello Sanzio. 

La Kleiner Fug, casa editrice fiorentina di fumetti e graphic novel specializzata nelle biografie di celebri artisti e personaggi storici e in adattamenti letterari, ha realizzato una graphic novel dedicata proprio all’artista urbinate. Il fumetto, dal titolo Raffaello, è stato scritto e disegnato da Alessandro Bacchetta e farà parte della selezione di titoli a tema presenti nel bookshop delle Scuderie del Quirinale, dove è in corso fino al 30 agosto 2020 la maxi mostra Raffaello 1520 - 1483

Partendo dalla notizia della morte dell’artista, il fumetto ripercorre la vita e l’attività artistica del Sanzio attraverso i ricordi di tre persone a lui care

La graphic novel è stata pubblicata per la prima volta nel 2015, è stata più volte ristampata ed è disponibile in tre lingue: italiano, inglese e francese. 

Di seguito la sinossi: Roma, 6 aprile 1520, Palazzo Caprini. Raffaello muore improvvisamente, a causa di un’influenza contratta pochi giorni prima; la Trasfigurazione, ormai completata, è posta in fondo alla stanza. Agostino Chigi, suo committente romano e amico, fa avvisare direttamente Margherita Luti, l’amante/fidanzata di Raffaello, dall’incisore Marcantonio Raimondi, caro ad entrambi. Scrive personalmente la notizia a Michelangelo e Sebastiano del Piombo, mentre ordina di inviare delle lettere alla famiglia e ad altre persone indicate dal pittore prima di morire. Poi va di persona ad avvisare il papa.

La vita e l'opera di Raffaello diventa un fumetto
La vita e l'opera di Raffaello diventa un fumetto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER