La vita e l'opera di Raffaello diventa un fumetto


La casa editrice Kleiner Fug ha realizzato una graphic novel che narra la vita e l’arte di Raffaello Sanzio. 

La Kleiner Fug, casa editrice fiorentina di fumetti e graphic novel specializzata nelle biografie di celebri artisti e personaggi storici e in adattamenti letterari, ha realizzato una graphic novel dedicata proprio all’artista urbinate. Il fumetto, dal titolo Raffaello, è stato scritto e disegnato da Alessandro Bacchetta e farà parte della selezione di titoli a tema presenti nel bookshop delle Scuderie del Quirinale, dove è in corso fino al 30 agosto 2020 la maxi mostra Raffaello 1520 - 1483

Partendo dalla notizia della morte dell’artista, il fumetto ripercorre la vita e l’attività artistica del Sanzio attraverso i ricordi di tre persone a lui care

La graphic novel è stata pubblicata per la prima volta nel 2015, è stata più volte ristampata ed è disponibile in tre lingue: italiano, inglese e francese. 

Di seguito la sinossi: Roma, 6 aprile 1520, Palazzo Caprini. Raffaello muore improvvisamente, a causa di un’influenza contratta pochi giorni prima; la Trasfigurazione, ormai completata, è posta in fondo alla stanza. Agostino Chigi, suo committente romano e amico, fa avvisare direttamente Margherita Luti, l’amante/fidanzata di Raffaello, dall’incisore Marcantonio Raimondi, caro ad entrambi. Scrive personalmente la notizia a Michelangelo e Sebastiano del Piombo, mentre ordina di inviare delle lettere alla famiglia e ad altre persone indicate dal pittore prima di morire. Poi va di persona ad avvisare il papa.

La vita e l'opera di Raffaello diventa un fumetto
La vita e l'opera di Raffaello diventa un fumetto


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma