La seconda edizione online di TEFAF si chiude in modo positivo. Ecco le vendite principali


Soddisfazione per la seconda edizione interamente online di TEFAF, la grande fiera internazionale dell’arte. Ecco le vendite principali.

Si è chiusa con ottimi risultati in termini di vendite la seconda edizione interamente online di TEFAF (The European Fine Art Foundation), la grande fiera d’antiquariato che da anni è un appuntamento fisso per i galleristi di tutto il mondo. Circa settecento opere (qui gli highlights selezionati dalla nostra redazione), presentate da oltre 260 galleristi provenienti da tutto il mondo (qui i pareri di alcuni dei galleristi italiani), per una fiera che anche online non ha deluso le aspettative. L’edizione del 2021 si è concentrata sullo storytelling e sulla scoperta, grazie anche alle narrazioni di TEFAF Collections, che hanno accompagnato le opere, e al ricco programma virtuale che ha coinvolto oltre 40 specialisti internazionali in dibattiti e approfondimenti.

Ci sono stati importanti acquisti, da parte di musei, istituzioni e collezionisti, e che hanno interessato periodi, punti di vista, culture e categorie differenti.

“Che si tenga online o in presenza”, afferma Charlotte van Leerdam, managing director di TEFAF, “TEFAF resta il centro di conoscenza, creatività e competenza, come denota il successo della Fiera di quest’anno nel mercato dell’arte. Siamo lieti di come TEFAF Online 2021 sia stata recepita: ha attirato non solo compratori privati, ma anche molte istituzioni pubbliche e musei di fama mondiale, a conferma che le opere presentate a TEFAF sono il più alto esempio di qualità. Non vediamo l’ora di ritrovare di nuovo a Maastricht la nostra comunità in continua crescita il prossimo marzo”.

“A TEFAF Online”, afferma Christian Hemmerle della galleria Hemmerle, che espone a TEFAF da molto tempo e ne è membro del Consiglio, “abbiamo visto un coinvolgimento molto dinamico da parte del pubblico, come hanno dimostrato le tante interazioni sui social network relative alla Fiera. Questo ci ha anche ricordato tutti gli sforzi che compiamo per preservare l’interazione e le relazioni con i collezionisti e il pubblico, pertanto non vediamo l’ora del ritorno delle fiere in presenza nel 2022”.

Tra gli acquisti più importanti la fiera segnala la vendita, da parte di Nicolaas Teeuwisse OHG, della Tabula Cebetis (1550 circa), opera di Scuola Veneziana, al Rijksprentenkabinet di Amsterdam, e poi ancora l’acquisto del Groeningemuseum di Bruges che si è assicurato uno dei pezzi migliori della fiera, il Ritratto di uomo in armatura del 1560 circa, attribuito a Gillis Claeissens e venduto da Caretto & Occhinegro. Ancora, la Scena in una Locanda Italiana di Campagna del 1821-25 di Hortense Haudebourt-Lescot, presentata da Gallery 19C, è stata comprata dal Clark Art Institute di Williamstown nel Massachusetts. Un museo di spicco dell’Europa orientale ha invece acquistato la Zuppiera Rococò con Piatto e Cucchiaio (1751-53), esposta da Helga Matzke.

La galleria White Cube ha venduto una Penis Print di David Hammons a un collezionista privato, mentre ArtAncient la corona d’alloro greca, realizzata in oro e risalente al 300 a.C., a un collezionista privato per una cifra a cinque zeri, e Cindy Chao ha venduto la sua Spilla Libellula (2021) per oltre un milione di dollari. Tra le altre opere di rilievo acquistate a TEFAF Online spiccano la coppia di Candelieri Rococò del 1750 circa di François Ladatte, esposta da BURZIO, e la Natura Morta con Fiori Autunnali (1930-1940 circa) di Emil Nolde, esposta da Beck & Eggeling International Fine Art. Anche due opere esposte da Kunstkammer Georg Laue (ovvero Capolavoro del 1620 circa della cerchia di Johann Eisenberg, e Pomo d’Ambra Rinascimentale, anch’esso del 1620 circa) sono state vendute, così come il Lecito Attico a Fondo Bianco (450-430 a.C. circa), attribuito al Pittore del Quadrato, esposto da Kallos Gallery.

L’edizione per il 35° anniversario di TEFAF Maastricht si terrà in presenza dal 12 al 20 marzo 2022, con anteprima solo su invito nei giorni 10 e 11 marzo. TEFAF New York 2022 si terrà invece in presenza dal 6 al 10 maggio 2022, con anteprima solo su invito il 5 maggio. TEFAF intende porsi come guida esperta per i collezionisti privati e istituzionali del mercato globale dell’arte, ispirando appassionati e compratori di tutto il mondo. L’organizzazione è controllata da un Consiglio di ventun membri appartenenti alla comunità dell’arte e dell’antiquariato, per la maggior parte espositori TEFAF, e guidata dal Comitato Esecutivo, composto da sette membri scelti dal Consiglio.

La seconda edizione online di TEFAF si chiude in modo positivo. Ecco le vendite principali
La seconda edizione online di TEFAF si chiude in modo positivo. Ecco le vendite principali


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER