A Napoli arriva il progetto di Sgarbi: “Museo della Follia. Da Goya a Maradona”


Apre il 3 dicembre 2017 a Napoli il nuovo progetto espositivo di Vittorio Sgarbi, il ’Museo della Follia. Da Goya a Maradona’

Dal 3 Dicembre 2017 fino al 28 Maggio 2018, nella Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, Napoli, si terrà la nuova edizione del “Museo della Follia. Da Goya a Maradona”. A cura di Vittorio Sgarbi, l’evento è una mostra itinerante che dopo Catania e Salò sbarca adesso nel capoluogo partenopeo. “Entrate, ma non cercate un percorso, l’unica via è lo smarrimento” ha detto di questa mostra uno dei suoi artefici, Sara Pallavicini, collaboratrice di Sgarbi.

La mostra sarà un cammino che avrà inizio con Francisco Goya, il pittore e incisore spagnolo del XIX secolo, per culminare con quello che è un vero e proprio omaggio alla città di Napoli, alla sua squadra del cuore e a quell’indimenticato calciatore simbolo di un’epoca e di due scudetti, Maradona. Altre figure dell’arte rappresentate nell’evento troviamo artisti nazionali come Telemaco Signorini, Fausto Pirandello e Antonio Ligabue e artisti internazionali come Francis Bacon e Adolfo Wildt. Tra gli autori che hanno reso possibile questo evento, i collaboratori di Sgarbi, Cesare Inzerillo, la già citata Sara Pallavicini, Giovanni C. Lettini e Stefano Morelli.

La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00, arrivando alle 21.00 nei weekend, con ultimo ingresso un’ora prima dell’orario di chiusura. Per tutte le informazioni potete telefonare al numero 3470162769, visitare il sito www.museodellafollia.it oppure mandare una mail a biglietteria@museodellafollia.it.

A Napoli arriva il progetto di Sgarbi: “Museo della Follia. Da Goya a Maradona”
A Napoli arriva il progetto di Sgarbi: “Museo della Follia. Da Goya a Maradona”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER