Distruzione e protezione delle opere d'arte: temi di grande attualità in un progetto espositivo in tre sedi museali di Torino


Fino al 9 settembre 2018 tre sedi museali di Torino accolgono un progetto espositivo di grande attualità: Anche le statue muoiono.

Tre istituzioni museali torinesi presentano fino al 9 settembre 2018 un progetto espositivo dal titolo "Anche le statue muoiono" che intende far dialogare opere d’arte di diverse epoche provenienti da differenti contesti geografici, ma unite dallo stesso tema: la distruzione, sottintendendo perciò la conservazione e la protezione del patrimonio culturale.

I Musei Reali, il Museo Egizio e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ospitano opere contemporanee, antiche e fotografie per condurre alla riflessione su un tema molto attuale.
Attraverso il percorso espositivo si raccontano storie di reimpieghi, di distruzioni o di saccheggi, ma anche d’identità perdute e di lunghi viaggi.

La rassegna è realizzata in collaborazione con il Museo Egizio, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, i Musei Reali e il Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino.

Per info: www.museireali.beniculturali.it

Biglietti: Intero 12 euro, ridotto 10 euro per chi possiede il biglietto d’ingresso intero di una delle altre due sedi (Museo Egizio e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo).

Distruzione e protezione delle opere d'arte: temi di grande attualità in un progetto espositivo in tre sedi museali di Torino
Distruzione e protezione delle opere d'arte: temi di grande attualità in un progetto espositivo in tre sedi museali di Torino


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER