Ad Asti una mostra su Caravaggio. Al centro la sua Canestra di frutta


In programma ad Asti, dal 25 novembre 2023 al 7 aprile 2024, una mostra dedicata a Caravaggio e in particolare alla sua Canestra di Frutta, prestata dalla Pinacoteca Ambrosiana, dove l’originale sarà sostituito da una fedele riproduzione digitale.

Una mostra dedicata a Caravaggio e in particolare a una delle sue opere più famose, la Canestra di frutta. Si terrà ad Asti, a Palazzo Mazzetti, dal 25 novembre 2023 al 7 aprile 2024. La Canestra di frutta, dipinta da Caravaggio tra il 1597 e il 1600, rappresenta la prima natura morta della storia dell’arte, e la mostra che la accoglie si intitola La canestra di Caravaggio. Segreti ed enigmi della natura morta. La mostra sarà organizzata dai Musei di Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Regione Piemonte e Città di Asti con il contributo di Fondazione CRT, in collaborazione con Arthemisia, col patrocinio della Provincia di Asti, e con Banca di Asti come sponsor.

I visitatori della Pinacoteca Ambrosiana, il museo che conserva il capolavoro di Caravaggio, potranno nel frattempo ammirare una riproduzione tramite Digital Artwork (DAW), una serigrafia digitale certificata e autorizzata dal museo, in tutto e per tutto fedele all’originale, eseguita con tecnologia brevettata a livello internazionale dall’azienda Cinello, che ha registrato il marchio DAW. “Le opere più importanti e preziose delle collezioni museali italiane e internazionali sono oggi a disposizione per essere esposte in qualsiasi contesto”, commenta John Blem, fondatore e presidente di Cinello. “I masterpiece come la Canestra del Caravaggio, che non vengono tradizionalmente movimentati a causa del loro immenso valore, grazie alla tecnologia DAW, possono essere apprezzati nella loro versione digitale. Cinello consente a istituzioni e privati di richiedere il prestito di uno o più DAW, promuovendo, con intento filantropico, la cultura italiana all’estero, oppure sostenendo il museo che per un prestito se ne deve privare”.

Il DAW della Canestra di frutta di Caravaggio verrà prestato alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano da Cinello, che si fa carico interamente dei costi di realizzazione dell’opera. L’azienda da sempre affianca musei e fondazioni attraverso una particolare forma di sostegno: durante la compravendita tra privati, solitamente collezionisti interessati all’acquisto delle opere phygital d’arte moderna o contemporanea, il 50% del ricavato della vendita di un DAW, al netto dei costi operativi sostenuti da Cinello, viene corrisposto all’ente detentore dei diritti di riproduzione dell’opera digitale, che ottiene quindi nuove risorse senza alcun investimento o costo.

Caravaggio, Canestra di frutta (1594-1598; olio su tela, 31 x 47 cm; Milano, Pinacoteca Ambrosiana)
Caravaggio, Canestra di frutta (1594-1598; olio su tela, 31 x 47 cm; Milano, Pinacoteca Ambrosiana)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLa canestra di Caravaggio. Segreti ed enigmi della natura morta
CittàAsti
SedePalazzo Mazzetti
DateDal 23/11/2023 al 07/04/2024
ArtistiCaravaggio
TemiSeicento, Caravaggio, Arte antica

Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020