Come nasce un'opera in marmo? A Carrara una mostra sui “work in progress” dei laboratori artigianali


Dal 4 luglio all’8 settembre 2019, il Centro Arti Plastiche di Carrara ospita la mostra ’Carrara Studi Aperti WIP @ CAP’.

S’intitola Carrara Studi Aperti WIP @ CAP la mostra che dal 4 luglio all’8 settembre 2019 è organizzata nelle sale del Centro Arti Plastiche (CAP) di Carrara: “WIP” sta per “Work In Progress” (“lavoro in corso”) ed è il riassunto dell’anima della mostra, ovvero far vedere come nasce un’opera di un laboratorio artistico. I laboratori di marmo della città di Carrara, per due mesi, si trasferiscono all’interno dei musei per dar modo ai visitatori di seguire da vicino il processo di creazione delle opere. Si tratta inoltre di un modo per portare all’attenzione del grande pubblico l’attività artistica che viene realizzata nei laboratori cittadini.

L’evento intende inoltre promuovere, per tutta la durata dell’estate, la ormai nota manifestazione Carrara Studi Aperti, che da diversi anni (dal 2013) porta gli studi e i laboratori degli artisti in città ad aprire per alcuni giorni le porte al pubblico: l’edizione 2019 sarà organizzata sempre dall’Associazione di Promozione Sociale Oltre (che organizza anche la mostra del CAP in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune), e si svolgerà dal 30 agosto al 1° settembre 2019. La mostra Carrara Studi Aperti WIP @ CAP ne costituisce un’anticipazione.

Fin dalla sua prima edizione, Carrara Studi Aperti ha dato modo a migliaia di persone di entrare in contatto con la realtà dei laboratori di marmo, crescendo in quantità e in qualità, e la mostra vuole rappresentare un’occasione in più per indirizzarsi al pubblico. La mostra, fanno sapere i rappresentanti dell’Associazione Oltre, “nasce con l’intento di promuovere durante i mesi estivi Carrara Studi Aperti, al fine di accrescerne l’appeal e la partecipazione. Ogni studio, anche quelli dove lavorano più artisti, sarà rappresentato da un’opera ancora in fase di lavorazione (da qui la dicitura WIP, work in progress), che sarà completata successivamente durante le giornate di Studi Aperti. Non verrà promosso il singolo artista, ma il laboratorio come entità, per questo nel percorso espositivo il nome dell’autore dell’opera (o gruppo) non sarà indicato: i lavori presentati verranno associati ai laboratori di provenienza con un pannello didattico riportante il nome dello studio, una foto, una breve descrizione del laboratorio e del lavoro presentato, i dati e contatti degli artisti che lavorano nello studio e il numero a cui è collegato il laboratorio sulla mappa di Carrara Studi Aperti 2019”.

Il progetto si avvale anche della collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara: il Presidente della Fondazione CRC, Enrico Isoppi fa sapere che la fondazione ha accolto con piacere entusiasmo questo progetto che si pone l’obiettivo di rilanciare un’antica attitudine del territorio: “La Fondazione CRC”, dichiara Isoppi, “ha il dovere di sostenere iniziative come questa, che mira a recuperare antiche tradizioni per proiettarle verso il futuro, con il fine di rilanciare il territorio, coinvolgendo capacità e professionalità diverse. Un progetto di tutti, conclude il Presidente Isoppi, per dare visibilità a una realtà importante come è quella dei laboratori artistici: rifondare la nostra storia, superando i limiti del passato, creando una rete a disposizione di quanti vengono a visitare il nostro territorio”.

“Siamo soddisfatti di aver attivato queste importanti collaborazioni con l’Assessorato alla Cultura del Comune e con la Fondazione CRC per rilanciare la città”, sottolinea Juan Carlos Allende, presidente dell’Associazione Oltre. “A Comune e Fondazione va un ringraziamento particolare, unitamente alle attività commerciali che ci stanno sostenendo”. L’Associazione Oltre è coinvolta anche in altri importanti progetti: al momento sta lavorando per stringere nuove collaborazioni con le realtà presenti sul territorio, con lo scopo di allargare ulteriormente l’adesione dei laboratori presenti a Carrara. È in definizione anche la collaborazione con il Festival Con-vivere, che consentirà uno scambio proficuo fra le due manifestazioni in termini di promozione reciproca e di contenuti.

La mostra apre tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 21. Per informazioni telefonare allo 0585/779681 oppure inviare una mail a centro.arti.plastiche@comune.carrara.ms.it o a info@carrarastudiaperti.it, oppure visitare il sito di Carrara Studi Aperti.

Come nasce un'opera in marmo? A Carrara una mostra sui “work in progress” dei laboratori artigianali
Come nasce un'opera in marmo? A Carrara una mostra sui “work in progress” dei laboratori artigianali


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma