A Palazzo Roverella di Rovigo una mostra indaga sul rapporto tra il cinema e il Delta del Po


“Cinema! Storie, protagonisti, paesaggi”: una mostra a Palazzo Roverella di Rovigo indaga sull’attrazione del cinema per il Delta del Po.

Palazzo Roverella di Rovigo ospita fino all’1 luglio 2018 un’ampia rassegna dal titolo "Cinema! Storie, protagonisti, paesaggi" per mostrare l’attrazione del cinema per il Delta del Po.

Questa area infatti è stata protagonista di ben 500 tra film, documentari, fiction, dei più grandi registi come Luchino Visconti, Roberto Rossellini, Michelangelo Antonioni, Mario Soldati, Pupi Avati, Ermanno Olmi e Carlo Mazzacurati. 

Presenti quindi in rassegna foto di scena e di set, manifesti, locandine, documenti originali, sceneggiature, materiali d’archivio, videomontaggi, documentari, interviste.

Alcuni esempi di film sono Ossessione di Luchino Visconti, Paisà di Rossellini, Caccia Tragica di Giuseppe de Santis. E ancora: Uomini della palude e Tre canne e un soldo, documentari di Florestano Vancini, Gente del Po di Antonioni e tanti altri.

Il curatore Alberto Barbera ha affermato: “L’esposizione si propone di ricostruire la storia del rapporto intenso, profondo e originale che si è instaurato in oltre ottant’anni di intensa frequentazione fra un territorio dalle caratteristiche pressoché uniche e i cineasti italiani, dando vita a opere indimenticabili destinate a rimanere nella storia del cinema”.

L’esposizione è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova con Accademia dei Concordi e Comune di Rovigo.

Per info: www.palazzoroverella.com

Orari: Feriali dalle 9 alle 19; sabato e festivi dalle 9 alle 20

Biglietti: intero 5 euro, ridotto 2 euro. Gratuito per bambini fino a 5 anni.

Immagine: Mario Soldati: “La donna sul fiume”, Sophia Loren © Archivio fotografico - Cineteca Nazionale

 

 

 

A Palazzo Roverella di Rovigo una mostra indaga sul rapporto tra il cinema e il Delta del Po
A Palazzo Roverella di Rovigo una mostra indaga sul rapporto tra il cinema e il Delta del Po


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER