Al Forte di Bard conferenze live sui capolavori della Johannesburg Art Gallery


Il Forte di Bard propone due conferenze in diretta per approfondire la mostra Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Dagli Impressionisti a Picasso. 

Il Forte di Bard propone due conferenze volte all’approfondimento della mostra Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Dagli Impressionisti a Picasso, allestita nelle sue sale e chiusa al pubblico per emergenza sanitaria. 

Il primo appuntamento è in programma martedì 7 aprile alle ore 18 e sarà dedicato alla presentazione del progetto espositivo e della collezione che venne aperta al pubblico nel 1910, divenendo il principale museo d’arte africano. L’esposizione del Forte di Bard riunisce 64 opere, tra cui olii, acquerelli e grafiche di grandi maestri dell’Ottocento e del Novecento, quali Degas, Dante Gabriel Rossetti, Corot, Boudin, Courbet, Monet, Van Gogh, Signac, Picasso, Bacon, Liechtenstein e Warhol, fino ai più recenti protagonisti del panorama artistico sudafricano, come William Kentridge.
Martedì 14 aprile, alle ore 18, si terrà il secondo appuntamento in cui saranno presentate le opere della collezione dedicate all’arte africana. 

Le due conferenze saranno tenute dalla curatrice della mostra, Simona Bartolena, e trasmesse in diretta sul sito e sul canale Youtube del Forte di Bard.

Immagine: Pablo Picasso, Testa di Arlecchino II (1971; matita su pastello su carta, 65,2 x 50,2 cm) © Johannesburg Art Gallery 

 

 

 

Al Forte di Bard conferenze live sui capolavori della Johannesburg Art Gallery
Al Forte di Bard conferenze live sui capolavori della Johannesburg Art Gallery


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER