La GAM di Torino dedica una mostra a Carlo Levi, a 120 anni dalla sua nascita


Dal 10 febbraio all’8 maggio 2022 la GAM di Torino ospita la mostra Carlo Levi. Viaggio in Italia: luoghi e volti. La rassegna rientra in un articolato programma dedicato all’artista. 

In occasione dei centoventi anni dalla nascita di Carlo Levi, la GAM di Torino, in collaborazione con la Fondazione Circolo dei lettori, dedica all’artista la mostra Carlo Levi. Viaggio in Italia: luoghi e volti, a cura di Elena Loewenthal e Luca Beatrice e visitabile al pubblico dal 10 febbraio all’8 maggio 2022. La rassegna rientra in un articolato progetto di incontri, riflessioni e approfondimenti per rileggere la figura di pittore, scrittore, intellettuale, giornalista, protagonista della vita culturale e sociale per gran parte del Novecento italiano. Si intende dunque far emergere la complessità di Carlo Levi attraverso il programma Tutta la vita è lontano, curato dalla Fondazione Circolo dei lettori con GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, Museo Nazionale del Cinema, coinvolgendo pittura, letteratura, narrativa, fotografia e cinema.

Allestita negli spazi della Wunderkammer della GAM, l’esposizione presenterà trenta dipinti realizzati da Carlo Levi tra il 1923 e il 1973: opere che testimoniano i diversi sviluppi stilistici della sua ricerca, partito giovanissimo da una pittura fortemente oggettiva, per orientarsi poi verso una rappresentazione più espressionista, per giungere infine nel secondo dopoguerra a un moderno realismo.

I curatori intendono evidenziare due degli aspetti che meglio caratterizzano l’arte figurativa dell’artista, il ritratto e il paesaggio, con l’esposizione di undici dipinti provenienti dalla Fondazione Carlo Levi di Roma, otto opere dalle collezioni della GAM, oltre che dalla Pinacoteca Carlo Levi di Aliano e da collezioni private.

Nella sua ampia produzione pittorica il ritratto è una dei temi più frequenti e il significato teorico è stato analizzato dal pittore in una numerosa serie di scritti. Realizzati in gran parte in ambito familiare, tuttavia molti dei suoi modelli appartengono a illustri personalità della cultura e della politica italiana e straniera.

Tra le venticinque opere di Carlo Levi custodite alla GAM, compiute tra il 1923 e il 1953, giunte nella collezione museale grazie ad acquisizioni importanti, e anche grazie alla Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris che ha contribuito al suo ampliamento con sedici acquisizioni, saranno in mostra otto opere, tra cui importanti ritratti, come Edoardo Persico che legge del 1928, testimonianza della duratura amicizia tra Levi e il critico d’arte napoletano.  Molto intensi anche il Ritratto di Carlo Mollino e il piccolo e familiare autoritratto Il letto (A letto), scelto alla Biennale di Venezia già nel 1930. Sarà presente, anche se non fa parte dei ritratti, I fratelli (dal ciclo Cristo si è fermato a Eboli), anch’esso acquistato alla Biennale di Venezia nel 1954.

Dalla Fondazione Carlo Levi di Roma provengono invece una serie di paesaggi naturali e vedute urbane, altro tema costante nella produzione figurativa dell’artista che, dal 1926 al 1974, realizza una serie numerosa di dipinti dedicati alle città o alle realtà con cui ha intrecciato i più intensi rapporti affettivi e culturali: Torino, Alassio, Parigi, la Lucania e Roma. Si tratta di paesaggi che rappresentano un percorso biografico ed esistenziale, come ad esempio La casa bombardata del 1942 o Tetti di Roma del 1951, ma anche una visione particolare del legame tra l’uomo e il paesaggio, come il Lungomare realizzato ad Alassio nel 1928 o Gli amanti della terra del 1973. 

Per info: gamtorino.it 

Orari: Martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 18; giovedì dalle 13 alle 21. Chiuso il lunedì. 

Immagine: Carlo Levi, Ritratto di Luisa Levi (1934; olio su tela, 61 x 50,3 cm; Torino, GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostra Carlo Levi. Viaggio in Italia: luoghi e volti
CittàTorino
SedeGAM di Torino
DateDal 10/02/2022 al 08/05/2022
ArtistiCarlo Levi
CuratoriLuca Beatrice, Elena Loewenthal
TemiNovecento, Torino

La GAM di Torino dedica una mostra a Carlo Levi, a 120 anni dalla sua nascita
La GAM di Torino dedica una mostra a Carlo Levi, a 120 anni dalla sua nascita


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Nessuno escluso: a Milano, la mostra di Christian Tasso fotografa la diversità e l'inclusione
Nessuno escluso: a Milano, la mostra di Christian Tasso fotografa la diversità e l'inclusione
In arrivo una mostra sugli abbracci raccontati attraverso i fumetti
In arrivo una mostra sugli abbracci raccontati attraverso i fumetti
Napoli, al PAN le nature morte di Jacquie Maria Wessels realizzate nei garage di tutto il mondo
Napoli, al PAN le nature morte di Jacquie Maria Wessels realizzate nei garage di tutto il mondo
Al Macro di Roma, Elisa Franzoi lancia un manifesto contro la mercificazione del corpo: “Nothing to sell”
Al Macro di Roma, Elisa Franzoi lancia un manifesto contro la mercificazione del corpo: “Nothing to sell”
A Reggio Emilia arriva il mondo illustrato e colorato di Olimpia Zagnoli
A Reggio Emilia arriva il mondo illustrato e colorato di Olimpia Zagnoli
Gli affreschi dei Carracci di Palazzo Fava in dialogo con opere moderne e contemporanee.
Gli affreschi dei Carracci di Palazzo Fava in dialogo con opere moderne e contemporanee.