Giulio Romano torna a Mantova. Nel 2019 una grande mostra a Palazzo Ducale ripercorre la sua carriera


Dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020, il Palazzo Ducale di Mantova ospita la mostra “Con nuova e stravagante maniera”. Giulio Romano a Mantova.

Il 2019 sarà l’anno di Giulio Romano (vero nome Giulio Pippi, Roma, 1492 o 1499 - Mantova, 1546), il più famoso degli allievi di Raffaello, che trovò una seconda patria a Mantova, la città dei Gonzaga: il prossimo anno, infatti, la città dei tre laghi sarà sede (a Palazzo Ducale) di una grande mostra dedicata proprio a Giulio Romano. È infatti in programma dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020 la rassegna “Con nuova e stravagante maniera”. Giulio Romano a Mantova, che vuole illustrare la figura del grande artista romano e la sua “nuova maniera” di fare arte, con particolare riferimento a ciò che produsse a Mantova.

La mostra è nata dalla collaborazione tra il Complesso Museale di Palazzo Ducale e il Louvre di Parigi, e vedrà esposto a Mantova un nucleo di settantadue disegni in arrivo dal Département des Arts Grapiques del Musée du Louvre, che li concederà in prestito per la prima volta: i fogli saranno funzionali a ripercorrere, in maniera completa, tutta la carriera di Giulio Romano, dagli esordi a Roma nel segno dell’urbinate fino all’apoteosi mantovana, evidenziano la versatilità dei suoi interessi. Non solo: ci saranno anche dipinti, stampe, maioliche e ulteriori disegni provenienti da diversi musei italiani e internazionali (tra cui l’Albertina di Vienna, il Victoria & Albert Museum di Londra, la Royal Collection a Windsor Castle). E ancora, gli ambienti e gli oggetti di Giulio Romano saranno ricostruiti attraverso tecnologie tridimensionali.

Saranno tre le sezioni che andranno a comporre la mostra. La prima, intitolata Il segno di Giulio, sarà allestita al pianterreno del Castello di San Giorgio e analizzerà la produzione grafica di Giulio come progettista, designer, pittore, architetto e urbanista, presentando il suo fondamentale apporto al rinnovamento del linguaggio manierista. La seconda, Al modo di Giulio, occuperà gli ambienti di Corte Nuova e dell’Appartamento di Troia (quest’ultimo affrescato proprio da Giulio Romano assieme alla sua bottega), suggerendo un dialogo diretto tra i disegni dell’artista e la decorazione. Infine, la terza e ultima sezione, Alla maniera di Giulio, sarà allestita nell’Appartamento della Rustica e approfondirà il Giulio Romano architetto oltre all’eredità del grande artista, esponendo opere di allievi e discepoli.

La rassegna si chiuderà nell’Appartamento della Rustica con Alla maniera di Giulio, nella quale verrà approfondito, da un lato, il tema di Giulio Romano architetto e, dall’altro, quello della sua eredità, con le opere dei suoi allievi e discepoli.

Nell’immagine: Giulio Romano e bottega, Diomede combatte Fegeo e Ideo (1538-1539; affresco; Mantova, Palazzo Ducale, Appartamento di Troia)

Giulio Romano torna a Mantova. Nel 2019 una grande mostra a Palazzo Ducale ripercorre la sua carriera
Giulio Romano torna a Mantova. Nel 2019 una grande mostra a Palazzo Ducale ripercorre la sua carriera


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER