I luoghi ultimi, la personale di Andrea Chiesi a Ravenna


Dal 23 febbraio al 24 marzo 2019, Palazzo Rasponi dalle Teste a Ravenna ospita “I luoghi ultimi”, personale di Andrea Chiesi.

Dal 23 febbraio al 24 marzo 2019 Palazzo Rasponi dalle Teste a Ravenna ospita I luoghi ultimi, personale di Andrea Chiesi (Modena, 1966), artista che da quasi trent’anni trae ispirazione dai paesaggi contemporanei: disegna e dipinge luoghi abbandonati, fabbriche, periferie, corridoi, archivi, biblioteche, interni di abitazioni. Del mondo reale rimane un’eco di sottofondo, che attraversa una soglia invisibile che conduce a un mondo interiore.

Con la sua nuova personale, il pittore omaggia la città di Ravenna, dove da anni insegna presso la locale Accademia di Belle Arti. I suoi “luoghi ultimi” sono luoghi dipinti alla fine di un’era, sospesi nel tempo: il pubblico di Palazzo Rasponi dalle Teste avrà l’opportunità di ammirare una selezione di circa quaranta dipinti a olio su tela di lino, realizzati a partire dai primi anni 2000 fino a oggi, ma anche lavori a inchiostro, disegni a pastello, taccuini e le copertine di dischi disegnate negli anni Novanta, e alcune opere realizzate dai suoi allievi. Lungo il percorso espositivo è presente anche un video documentario realizzato da Andrea Nocetti e Giulia Caverni dedicato alla vita, al lavoro e allo studio del pittore emiliano.

La mostra è a ingresso gratuito. È visitabile dal martedì al venerdì dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 11 alle 18. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito del Comune di Ravenna.

Nell’immagine: Andrea Chiesi, Karma (2016; olio su lino, 50 x 70 cm)

Fonte: comunicato

I luoghi ultimi, la personale di Andrea Chiesi a Ravenna
I luoghi ultimi, la personale di Andrea Chiesi a Ravenna


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER