I segreti della Vercelli medievale: una grande mostra con Alessandro Barbero guida d'eccezione


Fino al 27 giugno 2021 una grande mostra a Vercelli fa scoprire i segreti della Vercelli medievale attraverso pergamene, codici miniati e una guida d’eccezione: Alessandro Barbero. 

Fino al 27 giugno 2021, presso lo spazio espositivo Arca - Arte Vercelli, è allestita la mostra I segreti della Vercelli medievale. Il percorso espositivo intende illustrare l’importante ruolo che la città di Vercelli ha avuto durante il Medioevo, in un periodo cronologico compreso tra IX e XIV secolo. 

La rassegna prende spunto dalle presentazioni di Alessandro Barbero, storico medievista e docente dell’Università del Piemonte Orientale, volte a illustrare le opere artistiche e i preziosi documenti che permettono di comprendere l’importanza di Vercelli nel Medioevo. Dalle accademiche descrizioni, l’esposizione presenta pergamene e codici miniati, provenienti da significative sedi della città, quali l’Archivio e la Biblioteca del Comune di Vercelli, l’Archivio Storico Diocesano, la Biblioteca diocesana Agnesiana, la Fondazione Museo del Tesoro del Duomo, il Museo Leone e l’Archivio di Stato. Tra pezzi inediti e altri già apprezzati in mostre in varie parti del mondo, vengono esposti documenti che intendono far percepire quale fu il mondo della scrittura e del pensiero medievale, in particolare dal punto di vista ecclesiastico, in città e nel territorio. La mostra intende muoversi attraverso una pluralità di voci: non solo i documenti e i codici più noti,ma anche le testimonianze apparentemente più modeste, e non per questo meno importanti. 

Seguendo le vicende della Diocesi e del Comune, oltre che dell’Università e delle grandi famiglie aristocratiche urbane, si scopriranno in modo inedito vari aspetti, come l’organizzazione del potere, le forme della vita quotidiana, le ideologie politiche e religiose e gli sviluppi della cultura. Risalgono al periodo medievale inoltre le grandi opere architettoniche come l’Abbazia di Sant’Andrea (1219-1227), ma anche le chiese a impianto medievale del centro storico come San Bernardo, San Paolo, San Francesco, la Cattedrale e i grandi tesori custoditi nelle biblioteche e negli archivi della città. Testimonianze che raccontano personaggi, eventi, situazioni, necessità, difficoltà. Tra i grandi protagonisti della Vercelli pre-medievale è necessario ricordare sant’Eusebio che, grazie alla predicazione diffusa lungo il territorio che oggi conosciamo come Piemonte, rese la città e la Diocesi imponenti e colme di grazia evangelica. 

Una prima sezione è utile per avvicinare i visitatori al Medioevo, la seconda è ricca di contenuti documentali, mentre la terza e ultima intende essere molto emozionale. Propedeutici risultano il video iniziale di Alessandro Barbero e l’incisione settecentesca della Biblioteca Diocesana Agnesiana che raffigura il profilo della Vercelli turrita.

Si ripercorreranno poi alcuni fondamentali momenti della storia cittadina attraverso preziosi documenti d’archivio e bibliografici, accompagnati da video di Barbero. La sezione centrale della mostra è suddivisa in quattro ambientazioni che rievocano le cappelle laterali di un’aula liturgica: ciascuna ambientazione rappresenta un ideale periodo temporale di circa un secolo. 

L’ultima sezione intende essere un’esperienza visiva dal forte impatto emotivo: la visita si conclude infatti con la maestosità di immagini suggestive che riprodducono i quattro Crocifissi medievali (Vercelli, Pavia, Casale e Milano), con particolare attenzione al Crocifisso di Vercelli. 

La mostra è organizzata dalla Città di Vercelli e dall’Arcidiocesi di Vercelli, in collaborazione con Museo Borgogna, Museo Leone, Fondazione Museo del Tesoro del Duomo, Museo Archeologico Città di Vercelli, Società Storica Vercellese, Capitolo Metropolitano di Sant’Eusebio, Archivio di Stato di Vercelli, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta, Università del Piemonte Orientale e ATL Valsesia Vercelli, e con il sostegno di Biver Banca, Fondazione Cassa di Risparmio di vercelli, Iren e ATL Valsesia Vercelli. Ha il patrocinio di Regione Piemonte e della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta. 

L’ingresso alla mostra è gratuito, con prenotazione scrivendo a prenotazioni.vercelli@gmail.com o telefonando al numero 380 1868799.

Per maggiori info: https://www.comune.vercelli.it

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraI segreti della Vercelli medievale
CittàVercelli
SedeArca - Arte Vercelli
DateDal 30/04/2021 al 27/06/2021
TemiVercelli, Arte medievale, Arca - Arte Vercelli

I segreti della Vercelli medievale: una grande mostra con Alessandro Barbero guida d'eccezione
I segreti della Vercelli medievale: una grande mostra con Alessandro Barbero guida d'eccezione


La consultazione di questo articolo è e rimarrà sempre gratuita. Se ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma