Roma, ai Musei Capitolini una mostra sulle opere caravaggesche della collezione di Roberto Longhi


I Musei Capitolini, presso la loro sede di Palazzo Caffarelli, ospiteranno la mostra Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi dal 12 marzo al 13 settembre 2020.

La mostra, curata da Maria Cristina Bandera, direttore scientifico della Fondazione Longhi, è dedicata ai cosiddetti caravaggeschi, ai quali il grande storico dell’arte e collezionista Roberto Longhi dedicò una vita di studi. Le opere dei seguaci del Caravaggio sono sicuramente la parte più importante e significativa della sua collezione, che si formò proprio attorno al dipinto di Merisi Ragazzo morso da un ramarro, da lui acquistato nel 1928.

La mostra comprende quasi 50 opere che mostrano l’importanza dell’eredità di Caravaggio e della sua poesia: dalla Negazione di Pietro, grande capolavoro di Valentin de Boulogne, recentemente esposto al Metropolitan Museum of Art di New York e al Museo del Louvre di Parigi, ad opere di grande rilievo di artisti che hanno assimilato la lezione del Caravaggio, come - solo per citarne alcuni - Jusepe de Ribera, Battistello Caracciolo, Matthias Stomer, Giovanni Lanfranco. I caravaggeschi della collezione Longhi.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale dei Musei Capitolini.

Nell’immagine: Valentin de Boulogne, La Negazione di Pietro (1615-1617 circa; olio su tela, 171,5 x 241 cm; Firenze, Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi)

Roma, ai Musei Capitolini una mostra sulle opere caravaggesche della collezione di Roberto Longhi
Roma, ai Musei Capitolini una mostra sulle opere caravaggesche della collezione di Roberto Longhi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER