Nel 2020 a Milano è in arrivo una grande mostra su Giambattista Tiepolo


Anticipazioni: nel 2020, a Milano è in arrivo una grande mostra su Giambattista Tiepolo per il 250° anniversario della scomparsa.

Anticipazioni per il 2020: a Milano, le Gallerie d’Italia di piazza Scala organizzano una grande mostra su Giambattista Tiepolo (Venezia, 1696 - Madrid, 1770), per celebrare il 250° anniversario della scomparsa. La rassegna, curata da Fernando Mazzocca e Alessandro Morandotti, sarà occasione per ricostruire la vicenda del grande artista veneziano e per approfondire i suoi rapporti con la città di Milano, che fu tappa iniziale dell’affemrazione del pittore fuori da Venezia.

La fama di Tiepolo, legata in particolare alle sue opere a soggetto storico e mitologico, riuscì a espandersi in tutta Europa, e l’artista lavorò alle corti di Dresda, di Würzburg ed infine di Madrid, dove terminò la sua parabola artistica e dove Tiepolo si spense nel 1770. La mostra (il cui titolo provvisorio è Giambattista Tiepolo (1696 – 1770). Venezia, Milano, Dresda, Madrid. Dagli anni della formazione all’affermazione internazionale) avrà tre focus sulle città dell’affermazione internazionale di Tiepolo: Milano, Dresda e Madrid. Ma ci sarà spazio anche per Venezia in avvio di mostra. La rassegna aprirà il 29 ottobre 2020 e terminerà il 21 marzo 2021.

Immagine: Giambattista Tiepolo, Cacciatore a cavallo (olio su tela, 262 x 110 cm; Milano, Fondazione Cariplo)

Nel 2020 a Milano è in arrivo una grande mostra su Giambattista Tiepolo
Nel 2020 a Milano è in arrivo una grande mostra su Giambattista Tiepolo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER