Quest'anno tocca a Tiziano il ruolo di strenna natalizia del Comune di Milano


Si rinnova l’appuntamento con la tradizionale ostensione natalizia di Palazzo Marino. Quest’anno a Milano arriva la Pala Gozzi di Tiziano.

È stata infine scelta l’opera a cui toccherà il ruolo di “strenna natalizia” del Comune di Milano: si tratta della Pala Gozzi di Tiziano, una sacra conversazione proveniente dalla Pinacoteca Civica “Francesco Podesti” di Ancona. Come da ormai consolidata tradizione, il Comune esporrà l’opera (in solitaria) per le festività natalizie, dal 5 dicembre al 14 gennaio 2018, nella Sala Alessi di Palazzo Marino. La scelta di quest’anno, si legge nel comunicato, “testimonia la vicinanza di Milano alla città di Ancona, che svolge un ruolo fondamentale come centro di raccolta e riparo di numerose opere d’arte, tra cui molti capolavori, provenienti dai territori marchigiani colpiti dal terremoto”.

E, sempre come da tradizione, l’ingresso sarà gratuito. I visitatori, grazie a un allestimento curato dall’architetto Corrado Anselmi, potranno vedere anche il retro della tavola, che presenta schizzi a matita realizzati dallo stesso Tiziano e raffiguranti alcune teste, tra le quali una che potrebbe essere il bozzetto per il Bambino. L’opera fu dipinta nel 1520 per il mercante Luigi Gozzi ed era destinata all’altare maggiore della chiesa di San Francesco ad Alto di Ancona. È un’opera di capitale importanza dal momento che è la prima opera firmata e datata di Tiziano che si conosca. Nell’opera, la Madonna con il Bambino appaiono assieme ai santi Francesco e Biagio: il primo santo titolare della chiesa, il secondo patrono di Ragusa di Dalmazia (l’attuale Dubrovnik), città da cui proveniva il committente.

La mostra è curata da Stefano Zuffi, si avvale di un impianto illuminotecnico curato da Francesco Murano, ed è promossa da COmune di Milano, Intesa Sanpaolo e Rinascente. Il coordinamento è affidato a Palazzo Reale, in collaborazione con la Pinacoteca Podesti di Ancone, le Gallerie d’Italia di Piazza Scala e Civita. La Pala Gozzi di Tiziano è la seconda opera in arrivo nel capoluogo lombardo per le feste di Natale: anche il Museo Diocesano quest’anno propone un’ostensione natalizia, esponendo l’Adorazione dei Pastori del Perugino, in arrivo dalla Galleria Nazionale dell’Umbria.

Immagine: Tiziano, Pala Gozzi (1520; tecnica mista su tavola, 312 x 215 cm; Ancona, Pinacoteca Civica “Francesco Podesti”)

Quest'anno tocca a Tiziano il ruolo di strenna natalizia del Comune di Milano
Quest'anno tocca a Tiziano il ruolo di strenna natalizia del Comune di Milano


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER