La mostra blockbuster sugli impressionisti di Johannesburg arriva a Siena


Sono ormai come rockstar in tour le opere di Degas, Monet, Cézanne, Matisse e colleghi appartenenti alla Johannesburg Art Gallery, da anni impegnate in un lungo tour attraverso l’Italia: Genova, Monza, Conegliano, Bard sono le città fin qui toccate dalla tournée dei dipinti “sudafricani”. Adesso, questi dipinti sono esposti in una nuova tappa della mostra blockbuster, e si fermano a Siena, al Santa Maria della Scala, dal 13 giugno al 13 settembre 2020, con un nuovo titolo: Il sogno di Lady Florence Phillips - La Collezione della Johannesburg Art Gallery.

Anche a Siena, come nelle altre città, una selezione di opere (sessanta, tra dipinti a olio, acquerelli e grafiche) per raccontare la storia dell’arte del Novecento, oltre che quella della collezione di Florence Phillips, moglie del magnate dell’industria mineraria Sir Lionel Phillips. In Toscana arrivano quindi opere di artisti come Van Gogh, Degas, Monet, Cézanne, Matisse, Modigliani, Turner, Rodin, Moore, Lichtenstein, Derain, Pissarro, Corot, Sargent, Sisley, Bacon, Rossetti, Warhol, Signac, Picasso e molti altri.

Curata da Simona Bartolena con catalogo Skira, la mostra aprirà le prenotazioni a partire da lunedì 3 febbraio 2020 al numero +39 0577 286300 o scrivendo una mail a sienasms@operalaboratori.com.

Nella foto: Claude Monet, La Primavera (1875)

La mostra blockbuster sugli impressionisti di Johannesburg arriva a Siena
La mostra blockbuster sugli impressionisti di Johannesburg arriva a Siena


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma