A Bologna una grande mostra su Vittorio Corcos che ne ripercorre tutta la carriera


Bologna, a Palazzo Pallavicini una grande mostra su Vittorio Corcos che ripercorre la sua carriera attraverso un importante nucleo di opere.

Dal 22 ottobre 2020 al 14 febbraio 2021, Palazzo Pallavicini a Bologna ospita una grande mostra su Vittorio Corcos (Livorno, 1859 – Firenze, 1933), con oltre quaranta importanti opere per ripercorrere la sua intera carriera. S’intitola Vittorio Corcos. Ritratti e sogni, è curata da Carlo Sisi e si articola in sei sezioni che raccontano la presenza del pittore livornese nel contesto culturale figurativo dalla seconda metà dell’Ottocento al primo trentennio del secolo seguente.

Corcos, allievo di Domenico Morelli e amico di De Nittis del cui salotto parigino fu assiduo frequentatore, è uno degli interpreti più apprezzati dei sentimenti e dei costumi della Belle époque, nonché uno dei maggiori ritrattisti del tempo, che si distinse per il suo stile pulito, caratterizzato dalla delicatezza del tratto, dalla minuzia quasi fotografica nella rappresentazione degli oggetti e dei tessuti lussuosi ma anche dalla profondità psicologica degli sguardi che conferisce ai soggetti un misterioso magnetismo. Per questa ragione le donne dipinte da Corcos, uno dei suoi soggetti preferiti, furono definite “creature che hanno in sé qualche cosa del fantasma e del fiore”.

Tra i ritratti che si trovano nel percorso di Palazzo Pallavicini, figura anche il ritratto del soprano e attrice cinematografica Lina Cavalieri (che Gabriele D’Annunzio considerava “massima testimonianza di Venere in terra”), e il quadro intitolato Sogni, che a seguito della grande attenzione del pubblico e della critica fu subito acquisito dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Questo dipinto ha per protagonista una delle figure femminili più intriganti e al contempo chiacchierate del suo tempo: una donna dallo sguardo pensoso e introverso, considerata dalla critica dell’epoca troppo esplicita per la posa audace e non convenzionale. In mostra ci saranno anche paesaggi che fanno parte della sua produzione ambientata nella luce della costa livornese: sono opere che svelano la sua vicinanza alle poetiche del naturalismo e alla pittura di genere.

Le opere selezionate provengono dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, dalle Gallerie degli Uffizi, dalla Galleria d’Arte Moderna di Milano, dal Museo Civico Giovanni Fattori e dalla Galleria d’Arte Goldoni di Livorno, dalla Fondazione Livorno, dalla Società di Belle Arti e dall’Istituto Matteucci di Viareggio, dallo Studio d’Arte dell’800 di Livorno e dalla quadreria dell’Ottocento di Milano, dall’Accademia di Belle Arti e dal Sistema Museale d’Ateneo dell’Università di Bologna, dalla Collezione Franco Maria Ricci e altre collezioni private.

Orari di apertura: dal giovedì alla domenica dalle 11.00 alle 20.00. Chiuso il lunedì, martedì e mercoledì, il 24 e il 25 dicembre. La biglietteria chiude 1 ora prima (ore 19.00 ultimo ingresso). Aperture straordinarie dalle 11.00 alle 20.00 (ore 19.00 ultimo ingresso): 1° novembre 2020; 7, 8, 21, 22, 26, 28, 29, 30 dicembre 2020; 31 dicembre 2020 (dalle 11.00 fino alle 17.00 ultimo ingresso ore 16.00); 1° gennaio 2021 (dalle 14.00 fino alle 20.00 ultimo ingresso ore 19.00); 4, 5, 6 gennaio 2021; 23 gennaio 2020 dalle 11.00 alle 24.00 (ultimo ingresso ore 23.00).

Biglietti: Intero € 13, Ridotto € 11 (dai 6 ai 18 anni non compiuti, over 65 con documento, studenti fino a 26 anni non compiuti con tesserino, militari con tesserino, guide turistiche con tesserino, giornalisti praticanti e pubblicisti con tesserino regolarmente iscritti all’Ordine, accompagnatori diversamente abili in compagnia del disabile, soci ICOM con tesserino, biglietto ITALO avente come destinazione/origine Bologna con data antecedente/successiva di massimo 3 giorni), gruppi di almeno 10 persone € 10 (1 accompagnatore gratuito), scolaresche € 5 (2 accompagnatori gratuiti per ogni classe), possessori Bologna Welcome e Bologna Card Cultura € 10, Giovedì Università (con tesserino) € 9. Gratis per bambini sotto i 6 anni, disabili con certificato. Biglietto famiglia con figli dai 6 ai 18 anni non compiuti: Genitore € 10, Minori dai 6 ai 18 anni non compiuti € 8. Biglietto Open con prenotazione senza vincoli di orario e data valido fino a fine mostra: € 16.

Immagine: Vittorio Corcos, Sogni (1896; olio su tela, 161 x 135 cm; Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea)

A Bologna una grande mostra su Vittorio Corcos che ne ripercorre tutta la carriera
A Bologna una grande mostra su Vittorio Corcos che ne ripercorre tutta la carriera


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER