Lo sguardo dell'antropologo. Al Museo Egizio di Torino una mostra sui rapporti tra egittologia e antropologia


Il Museo Egizio di Torino in collaborazione con il Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino presenta la mostra Lo sguardo dell’antropologo. 

Presso il Museo Egizio di Torino sarà visitabile fino al 15 novembre 2020 la mostra Lo sguardo dell’antropologo. Allestita in una sala del primo piano, la piccola rassegna è realizzata dai curatori della sede museale torinese in collaborazione con il Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino (MAET), chiuso dal 1984. 

Obiettivo è porre in dialogo le collezioni dei due musei per ricostruire i rapporti tra egittologia e antropologia, individuando prospettive di ricerca e possibili collaborazioni future, e per riflettere sulle modalità della cultura scientifica europea tra la fine del XIX secolo e la prima metà del XX secolo.

In mostra sono circa quaranta oggetti, per la maggior parte provenienti dalle collezioni del MAET, che rimandano alle culture extraeuropee e all’antico Egitto. Tra questi, una mummia di una giovane donna proveniente dal sito archeologico di Gebelein che indossa una tunica finemente plissettata. È stata studiata in recenti indagini scientifiche e restaurata presso il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”.

La rassegna intende porre l’attenzione sugli sguardi degli studiosi e degli antropologi al momento del ritrovamento dei reperti. Sguardi pieni di stupore, di meraviglia, di disprezzo che classificavano i gruppi umani in una griglia evolutiva. Secondo queste classificazioni, gli abitanti dell’Africa erano considerati come primitivi immersi nella magia e nella superstizione; l’Egitto invece era considerato culla della civiltà occidentale. Su questo tema si concentra il video in mostra I giovani africani e l’Egitto che indaga il significato che l’antico Egitto ha per gli africani contemporanei.

Altre sezioni si concentrano inoltre sulla nascita e sui contenuti dell’antropologia e sulla storia del Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino. 

Per maggiori info: https://museoegizio.it/

Nell’immagine, la mummia proveniente dal sito archeologico di Gebelein  

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLo sguardo dell'antropologo
CittàTorino
SedeMuseo Egizio
DateDal 13/06/2020 al 15/11/2020
TemiArte antica, Egitto

Lo sguardo dell'antropologo. Al Museo Egizio di Torino una mostra sui rapporti tra egittologia e antropologia
Lo sguardo dell'antropologo. Al Museo Egizio di Torino una mostra sui rapporti tra egittologia e antropologia


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Capodimonte un viaggio nella vita teatrale e quotidiana di Napoli
A Capodimonte un viaggio nella vita teatrale e quotidiana di Napoli
Quest'anno tocca a Tiziano il ruolo di strenna natalizia del Comune di Milano
Quest'anno tocca a Tiziano il ruolo di strenna natalizia del Comune di Milano
Alla GAM di Torino si riscopre l'enorme “Fiera di Saluzzo” dipinta a fine Ottocento da Carlo Pittara
Alla GAM di Torino si riscopre l'enorme “Fiera di Saluzzo” dipinta a fine Ottocento da Carlo Pittara
Recensione della mostra del Genovesino a Cremona
Recensione della mostra del Genovesino a Cremona
Luxus, lo stupore della bellezza: a Milano il lusso è protagonista
Luxus, lo stupore della bellezza: a Milano il lusso è protagonista
A Venezia la mostra che ci fa vergognare: esposti gli oggetti dei migranti morti in mare per arrivare in Europa
A Venezia la mostra che ci fa vergognare: esposti gli oggetti dei migranti morti in mare per arrivare in Europa