A Parigi esposti per la prima volta fuori dalla Russia i capolavori dei Morozov


Opere di Monet, Van Gogh, Cézanne, Picasso, Gauguin, gli avanguardisti russi: alla Fondation Vuitton di Parigi sono esposti, per la prima volta fuori dalla Russia, i capolavori della Collezione Morozov.

La collezione Morozov, importante raccolta d’arte, tra le più grandi al mondo dedicate all’arte moderna, messa assieme nel primo Novecento dai fratelli Michail e Ivan Morozov, eredi di una fiorente industria tessile, esce per la prima volta nella storia dalla Russia e viene esposta alla Fondazione Louis Vuitton di Parigi dal 22 settembre 2021 al 22 febbraio 2022: la mostra s’intitola La Collection Morozov. Icônes de l’Art Moderne e raduna opere di Paul Cézanne, Paul Gauguin, Vincent van Gogh, Claude Monet, Henri Matisse, Pablo Picasso, Maurice Denis, Pierre-Auguste Renoir e altri grandi attisti del tempo, inclusi avanguardisti russi come Kazimir Malević, Il’ja Repin, Michail Vrubel’, Michail Larionov.

Curata da Anne Baldassari, la mostra è organizzata con l’Ermitage di San Pietroburgo, il Museo Pushkin di Mosca e la Galleria Nazionale Tretyakov di Mosca. La rassegna si snoda lungo un percorso che rievoca le atmosfere di fine Novecento presentando al pubblico anche opere che non solo escono per la prima volta dalla Russia, ma vengono esposte anche per la prima volta fuori dal loro contesto: è il caso, ad esempio, dei pannelli della “Sala della Musica” del palazzo moscovita di Ivan Morozov, commissionati nel 1907 a Maurice Denis, che vi raffigurò il tema della Storia di Psiche tra il 1908 e il 1909, oppure delle quattro sculture realizzate per Morozov da Aristide Maillol. Scenografie speciali sono state appositamente realizzate per questi lavori.

Inoltre, a seguito di uno studio degli importanti archivi inediti di Michail e Ivan Morozov conservati presso il Museo Pushkin e la Galleria Tretyakov, la mostra raccoglierà anche testi e documenti inediti che testimoniano la singolare storia della famiglia Morozov con l’obiettivo di istituire il catalogo generale delle opere francesi nelle loro collezioni. Filantropi delle arti, i fratelli Michail Abramović Morozov (1870-1903) e Ivan Abramović Morozov (1871-1921) dominarono la vita culturale di Mosca all’alba del XX secolo, insieme ai Tretyakov, ai Mamontov, ai Riabushinski e agli Sčukin. Si distinsero in particolare per il loro sostegno incondizionato all’arte contemporanea europea e russa, che offrì un importante contributo al riconoscimento internazionale dei pittori francesi moderni.

Con la consulenza dei principali mercanti d’arte parigini, come Paul Durand-Ruel, Ambroise Vollard, Georges Bernheim, Eugène Druet, Daniel-Henry Kahnweiler e altri, i Morozov collezionarono più di 250 dipinti e sculture di artisti come Cézanne, Gauguin, Van Gogh, Renoir, Monet, Matisse, Marquet, Derain, Picasso, Rodin, Claudel, Maillol. Si impegnarono anche a collezionare arte contemporanea russa riunendo quasi 400 dipinti moderni della scuola russa rappresentati da artisti dei movimenti realisti, simbolisti, impressionisti e post-impressionisti. Le loro collezioni, nazionalizzate nel 1918, hanno permesso di creare il primo museo di arte moderna al mondo: il Museo Nazionale d’Arte Moderna Occidentale - GMNZI nel palazzo di Ivan Morozov a Mosca nel 1923. Dagli anni Trenta e fino al 1948, la loro le collezioni furono gradualmente distribuite tra le istituzioni museali pubbliche russe del Museo dell’Ermitage, del Museo Pushkin e della Galleria Tretyakov.

Organizzazione dlla Fondazione Louis Vuitton, la mostra segna una nuova tappa nella partnership istituzionale avviata dalla Fondazione Louis Vuitton con il Museo Statale dell’Ermitage, il Museo Pushkin e la Galleria Nazionale Tretyakov. La rassegna beneficia inoltre di ingenti prestiti del Museo Russo di San Pietroburgo, del Museo delle Belle Arti della Repubblica di Bielorussia (Minsk, Bielorussia), del Museo delle Belle Arti di Dnepropetrovsk (Ucraina), del MAGMA Mosca, nonché di quelli del collezioni personali di Petr O. Aven e Vladimir e Ekaterina Semenikhin. Allo stesso tempo, la Fondazione Louis Vuitton sostiene la realizzazione di un vasto programma di studi, conservazione e restauro di opere moderne francesi (Picasso, Matisse, Gauguin e Van Gogh) e russe (in particolare di Vrubel) provenienti dalle collezioni del Museo Pushkin e della Galleria Tretyakov. La Fondazione Louis Vuitton sta anche aiutando ad attrezzare e modernizzare i locali del Laboratorio di Restauro al Museo Pushkin. Il catalogo della mostra, una pubblicazione scientifica di 520 pagine è pubblicato assieme dalla Fondation Louis Vuitton e dalle Éditions Gallimard.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLa Collection Morozov. Icônes de l'Art Moderne
CittàParigi
SedeFondation Louis Vuitton
DateDal 22/09/2021 al 22/02/2022
CuratoriAnne Baldassari

A Parigi esposti per la prima volta fuori dalla Russia i capolavori dei Morozov
A Parigi esposti per la prima volta fuori dalla Russia i capolavori dei Morozov


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER