Paul Klee protagonista di una mostra al Museo Beyeler di Basilea


Una grande mostra su Paul Klee è in corso al Museo Beyeler di Basilea, in Svizzera. Esposti alcuni dei grandi capolavori dell’artista.

Al Museo Beyeler di Basilea (Svizzera) è in mostra una rassegna dedicata a Paul Klee (Münchenbuchsee, 1879 - Muralto, 1940).
Cimentatosi nella musica, nella poesia e nella pittura, Klee scelse infine quest’ultima e divenne un esponente dell’astrattismo: “Io sono astratto con qualche ricordo”, affermava lo stesso artista in uno dei suoi scritti.

La mostra di Basilea ospita circa un centinaio di opere dell’artista svizzero, a partire dal 1913. L’esposizione riunisce preziosi prestiti importanti di numerose istituzioni e collezioni private d’Europa e altrove, tra cui il MOMA - Museum of Modern Art di New York (“Fuoco nella sera” del 1929), il National Museum of Modern Art di Tokyo (“Albero in Fiore”, 1925) e prestigiose collezioni private. In mostra anche lavori solitamente poco esposti che permetteranno di scoprire Klee sotto una nuova luce.

Klee, insieme a Picasso, è l’artista più rappresentato nella Collezione Beyeler. Il fondatore del museo, Ernst Beyeler, ha sostenuto in molteplici modi l’opera di Paul Klee. La passione del collezionista si focalizzava principalmente sull’opera tardiva di Klee, che apprezzava particolarmente per “la sua qualità cromatica e la sua forza espressiva”: opere di questo periodo della sua vita, che portò la sua produzione artistica ai massimi livelli di semplificazione e astrazione, sono la “Stella nascente” del 1931 e i “Segni in Giallo” del 1937.

La mostra si sviluppa in sette sale in successione cronologica, divise per tematica e composizioni stilistiche, attraversando tutto l’arco temporale della vita e della carriera dell’artista. Dal dialogo fruttuoso con i compagni artisti, a Parigi e Monaco di Baviera negli anni 1910, al il famoso viaggio a Tunisi nel 1914 fino al servizio militare nella prima guerra mondiale, al decennio presso il Bauhaus dal 1921 al 1931, ai viaggi in Egitto e in Italia nei tardi anni 1920, per giungere infine all’opulenta opera matura degli anni 1930.

La mostra è visitabile fino al 28 Gennaio 2018, tutti i giorni dalle 10 alle 18 (Mercoledì dalle 10 alle 20), con il biglietto d’ingresso al museo (25 franchi svizzeri, circa 22 euro, gli adulti, gratis bambini e ragazzi fino a 25 anni). Per gli studenti sotto i 30 anni, ridotto a 12 franchi (circa 11 euro). 20 franchi svizzeri (circa 17 euro) il ridotto per i diversamente abili, l’accompagnatore entra gratuitamente. 20 franchi anche per gruppi di almeno 20 persone, le scolaresche biglietto su preventivo. Offerte speciali per chi raggiunge Basilea in treno. Tutte le info sul sito della Fondazione Beyeler.

Nell’immagine: Paul Klee, Blühendes - “Fioritura” (1934; olio su tela, 81,5 x 80 cm; Winterthur, Kunstmuseum Winterthur)

Paul Klee protagonista di una mostra al Museo Beyeler di Basilea
Paul Klee protagonista di una mostra al Museo Beyeler di Basilea


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER