Finalmente, dopo tanti rinvii, arriva la mostra su Orazio Gentileschi a Cremona


Rinviata due volte, finalmente la mostra su Orazio Gentileschi a Cremona ha le sue date definitive: dal 10 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021.

La mostra Orazio Gentileschi. La fuga in Egitto e altre storie, dopo due rinvii, finalmente trova le sue date definitive: si terrà alla Pinacoteca “Ala Ponzone” di Cremona dal 10 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021.

Obiettivo della mostra (ne avevamo parlato qui), è quello di mettere a confronto due versioni del Riposo durante la fuga in Egitto di Orazio Gentileschi (Pisa, 1563 - Londra, 1639), una in arrivo dal Kunsthistorisches Museum di Vienna e l’altra da collezione privata, assieme a una selezione di dipinti, sculture, avori e incisioni sul tema della fuga in Egitto. Del Riposo di Orazio Gentileschi si conoscono altre due versioni, una conservata al Louvre e l’altra al Birmingham Museum. Sono tra le più interessanti opere del Seicento: le due versioni del tema esposte a Cremona risalgono al momento in cui Orazio Gentileschi godeva di enorme fama internazionale, che crebbe nel momento in cui il pittore soggiornò Parigi, dove era stato chiamato alla corte di Maria de’ Medici, e durante il successivo soggiorno a Londra, dove lavorò per George Villiers, primo duca di Buckingham.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale della Pinacoteca “Ala Ponzone” di Cremona.

Nell’immagine: la versione del dipinto di collezione privata.

Finalmente, dopo tanti rinvii, arriva la mostra su Orazio Gentileschi a Cremona
Finalmente, dopo tanti rinvii, arriva la mostra su Orazio Gentileschi a Cremona


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER