Il Prado celebra le due pittrici del Cinquecento italiano: Sofonisba Anguissola e Lavinia Fontana


Il Museo del Prado celebra con una mostra le due pittrici del Cinquecento italiano: Sofonisba Anguissola e Lavinia Fontana. Dal 22 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020. 

Nell’ambito delle celebrazioni per il bicentenario del Museo del Prado, la celebre sede museale madrilena presenta dal 22 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020 la mostra Sofonisba Anguissola y Lavinia Fontana. Historia de dos pintoras.

Una rassegna che si propone di riunire per la prima volta le opere più significative di due delle pittrici  più importanti della storia dell’arte della seconda metà del Cinquecento: sessantacinque opere, tra cui cinquantasei dipinti, provenienti da oltre venti importanti collezioni europee e americane. 

Attraverso questi capolavori si ripercorrerà il percorso artistico delle due artiste, riconosciute nell’epoca a loro contemporanea, ma che nel corso del tempo hanno perso la loro notorietà, rendendo le loro personalità sempre più sfumate. Partendo dai loro autoritratti, la mostra si svilupperà illustrando ai visitatori il ruolo e le notevoli capacità delle due artiste. 

Tra le opere esposte, l’Autoritratto nello studio di Lavinia Fontana dalle Gallerie degli Uffizi, l’Autoritratto al cavalletto di Sofonisba Anguissola dalla Polonia, il ritratto della regina Anna d’Austria di Sofonisba custodito al Museo del Prado, l’Autoritratto alla spinetta di Lavinia Fontana dall’Accademia Nazionale di San Luca di Roma, il Noli me tangere dalle Gallerie degli Uffizi e Marte e Venere della stessa artista dalla Fundación Casa de Alba di Madrid.

La sezione finale della mostra comprende vari capolavori che dimostrano la notorietà raggiunta dalle due pittrici: Glorias inmortales, triunfos y heroicas hazañas de ochocientas cuarenta y cinco mujeres, antiguas y modernas, testo di Pedro Pablo de Ribera pubblicato nel 1609 che include approfondimenti sulle due artiste. E ancora, la visita che Sofonisba Anguissola riceve a Palermo da van Dyck testimoniata dalla pagina di un diario di viaggio e una medaglia con l’effige di Lavinia Fontana trovata a Roma nel 1611. 

L’esposizione è a cura di Leticia Ruiz del Dipartimento di Pittura spagnola.  

Per info: www.museodelprado.es

Immagine: Lavinia Fontana, Autoritratto alla spinetta (1577; olio su tela; Roma, Accademia Nazionale di San Luca)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostra Sofonisba Anguissola y Lavinia Fontana. Historia de dos pintoras
CittàMadrid
SedeMuseo del Prado
DateDal 22/10/2019 al 02/02/2020
ArtistiLavinia Fontana
CuratoriLeticia Ruiz
TemiCinquecento, Lavinia Fontana

Il Prado celebra le due pittrici del Cinquecento italiano: Sofonisba Anguissola e Lavinia Fontana
Il Prado celebra le due pittrici del Cinquecento italiano: Sofonisba Anguissola e Lavinia Fontana


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Le conflittualità del Brasile presentate in una mostra d'arte contemporanea al PAC di Milano
Le conflittualità del Brasile presentate in una mostra d'arte contemporanea al PAC di Milano
Lucca, in mostra la storia della manifattura Chini con le opere della Collezione Mordini
Lucca, in mostra la storia della manifattura Chini con le opere della Collezione Mordini
Il Grande Sacrificio: l'omaggio di Lorenzo Puglisi a Leonardo in Santa Maria delle Grazie
Il Grande Sacrificio: l'omaggio di Lorenzo Puglisi a Leonardo in Santa Maria delle Grazie
Alla Fondazione Magnani Rocca continua la storia della pubblicità in Italia con i personaggi di Carosello
Alla Fondazione Magnani Rocca continua la storia della pubblicità in Italia con i personaggi di Carosello
Il mondo fantastico di Isabella Nazzarri in mostra a Milano
Il mondo fantastico di Isabella Nazzarri in mostra a Milano
Quando Garibaldi “scampò” a San Marino. Una mostra nella Repubblica del Titano
Quando Garibaldi “scampò” a San Marino. Una mostra nella Repubblica del Titano