Nel 2023 la prima grande retrospettiva su Vermeer del Rijksmuseum di Amsterdam, con prestiti da tutto il mondo


Per la prima volta nella sua storia, il Rijksmuseum di Amsterdam dedicherà nella primavera del 2023 una grande retrospettiva a Johannes Vermeer.

Il Rijksmuseum di Amsterdam dedicherà una retrospettiva per la prima volta nella sua storia, nella primavera del 2023, a Johannes Vermeer, maestro del Seicento olandese, autore del celeberrimo dipinto che raffigura la Ragazza con l’orecchino di perla. Secondo quanto annunciato dallo stesso museo, questa potrebbe essere la più grande mostra su Vermeer di sempre, con prestiti da tutto il mondo. L’ultima mostra nei Paesi Bassi dedicata a Vermeer si è tenuta nel 1996 al Mauritshuis, dove erano esposti ventidue dipinti del maestro di Delft: con oltre 450mila visitatori è stata la rassegna più visitata nella storia del museo. Il Rijksmuseum possiede già nelle sue collezioni quattro capolavori dell’artista, tra cui la Lattaia e la Stradina di Delft, ma in occasione della grande esposizione arriveranno nella sede museale capolavori come La ragazza con l’orecchino di perla dal Mauritshuis, Il geografo dallo Städel Museum di Francoforte sul Meno, Donna che scrive una lettera alla presenza della domestica dalla National Gallery of Ireland di Dublino, la Pesatrice di perle dalla National Gallery di Washington. Giungeranno inoltre opere mai esposte finora al pubblico nei Paesi Bassi, come la recentemente restaurata Donna che legge una lettera davanti alla finestra dalla Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda. 

“Vermeer, insieme a Rembrandt, Van Gogh e Mondrian, è uno dei pittori più famosi dei Paesi Bassi”, ha dichiarato Taco Dibbits direttore del Rijksmuseum. “Non avremmo creduto possibile che tanti musei fossero disposti a prestare i loro capolavori. Siamo loro incredibilmente grati per questo. Con questa mostra possiamo introdurre una nuova generazione alla pittura di Vermeer e presentare i risultati delle ultime ricerche”. "Siamo felicissimi di prestare la Ragazza con l’orecchino di perla, il dipinto più famoso al mondo di Vermeer", ha affermato Martine Gosselink direttrice della Mauritshuis. “Per questa collaborazione unica, sarà esposta con altre due opere del Mauritshuis, Veduta di Delft di Vermeer e Diana e le sue Ninfe. Ci mancherà terribilmente, ma una mostra di Vermeer senza la Ragazza semplicemente non è una mostra di Vermeer”.

Per la rassegna il Rijksmuseum sta collaborando con un team di conservatori e restauratori del Mauritshuis dell’Aia, per analizzare i dipinti di Vermeer presenti in Olanda. In questo esame sono coinvolte anche altre opere dell’artista provenienti da altre collezioni. Le due istituzioni stanno conducendo ricerche sull’arte di Vermeer, sulle sue scelte artistiche e sulle sue composizioni, nonché sul processo di realizzazione dei suoi dipinti.

In concomitanza dell’esposizione al Rijksmuseum, il Museum Prinsenhof Delft organizza la mostra La Delft di Vermeer che si terrà dal 10 febbraio al 4 giugno 2023: per la prima volta sarà presentato il contesto storico-culturale in cui fiorì l’arte di Vermeer. Opere contemporanee locali saranno esposte accanto a ceramiche e tappeti di Delft, materiali d’archivio e documenti personali. 

Immagine: Johannes Vermeer, La ragazza con l’orecchino di perla o La ragazza col turbante, dettaglio (1665 circa; olio su tela, 44,5 x 39 cm; L’Aia, Mauritshuis)

Informazioni sulla mostra

CittàAmsterdam
SedeRijksmuseum
DateDal 30/11/-0001 al 30/11/-0001
ArtistiJohannes Vermeer
TemiSeicento, Olanda, Rijksmuseum, Johannes Vermeer

Nel 2023 la prima grande retrospettiva su Vermeer del Rijksmuseum di Amsterdam, con prestiti da tutto il mondo
Nel 2023 la prima grande retrospettiva su Vermeer del Rijksmuseum di Amsterdam, con prestiti da tutto il mondo


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Gli anni Ottanta, decennio degli effetti speciali, raccontati in una mostra a Milano
Gli anni Ottanta, decennio degli effetti speciali, raccontati in una mostra a Milano
A Torino una mostra sulla storica esposizione Olivetti del 1969 curata da Gae Aulenti
A Torino una mostra sulla storica esposizione Olivetti del 1969 curata da Gae Aulenti
Like a sort of Pompeii in reverse. Il progetto site specific di Salvatore Arancio a Casa Jorn
Like a sort of Pompeii in reverse. Il progetto site specific di Salvatore Arancio a Casa Jorn
Un secolo di cambiamenti della donna attraverso gli scatti di National Geographic
Un secolo di cambiamenti della donna attraverso gli scatti di National Geographic
Brescia, a Palazzo Martinengo la mostra sulla donna nella storia dell'arte con oltre 90 opere
Brescia, a Palazzo Martinengo la mostra sulla donna nella storia dell'arte con oltre 90 opere
Firenze, ecco la mostra di foto di Massimo Pacifico che ritraggono visitatori di musei, al Museo Marino Marini
Firenze, ecco la mostra di foto di Massimo Pacifico che ritraggono visitatori di musei, al Museo Marino Marini