Roma, una mostra sul rapporto tra Carlo Scarpa e la Olivetti al MAXXI


Al MAXXI di Roma una mostra, fino al 29 maggio 2022, espone disegni, foto, documenti e pubblicazioni che testimoniano i vent’anni di collaborazione tra Carlo Scarpa e la Olivetti.

Il MAXXI di Roma ospita fino al 29 maggio 2022 Scarpa/Olivetti Brani di una storia condivisa, una mostra a cura di Elena Tinacci.

La rassegna espone disegni, fotografie, documenti e pubblicazioni che testimoniano lo straordinario ventennio di collaborazione tra Carlo Scarpa e la Olivetti.

Tra il 1956 e il 1978 il connubio Scarpa/Olivetti ha visto nascere progetti eccezionali come il negozio di Piazza San Marco, la colonia di Brusson e le mostre per British Olivetti.

Il rapporto di Carlo Scarpa con l’imprenditore d’Ivrea e più in generale con il “mondo Olivetti”, trova origine e si consolida all’interno della variegata “comunità” olivettiana: le diverse occasioni di contatto tra i due si inseriscono in una più ampia e poliedrica rete di relazioni dirette e indirette con figure legate all’arte, alla politica, all’università e alla cultura in generale. Ne deriva un rapporto di committenza atipico in cui si scopre un’inaspettata condivisione di valori, temi e vicende che hanno segnato la cultura architettonica italiana nel Novecento.

Per tutte le informazioni, potete visitare il sito ufficiale del MAXXI.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraScarpa/Olivetti Brani di una storia condivisa
CittàRoma
SedeMAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo
DateDal 03/12/2021 al 29/05/2022
ArtistiCarlo Scarpa
CuratoriElena Tinacci
TemiNovecento

Roma, una mostra sul rapporto tra Carlo Scarpa e la Olivetti al MAXXI
Roma, una mostra sul rapporto tra Carlo Scarpa e la Olivetti al MAXXI


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Una danza sui cieli di Napoli con musiche di Stravinsky: l'opera di Mathilde Rosier al Madre
Una danza sui cieli di Napoli con musiche di Stravinsky: l'opera di Mathilde Rosier al Madre
La montagna vista dai fotografi Magnum: da Capa a Morath, da Scianna a McCurry
La montagna vista dai fotografi Magnum: da Capa a Morath, da Scianna a McCurry
Gli street artist sono anche vandali? Una mostra indaga il loro lavoro... oltre il muro
Gli street artist sono anche vandali? Una mostra indaga il loro lavoro... oltre il muro
Prorogata fino al 3 febbraio 2019 l'esposizione La stanza di Mantegna
Prorogata fino al 3 febbraio 2019 l'esposizione La stanza di Mantegna
La GAMeC di Bergamo presenta il programma delle mostre 2022-2023
La GAMeC di Bergamo presenta il programma delle mostre 2022-2023
Bologna, al Museo Davia Bargellini la prima personale di Davide D'Elia
Bologna, al Museo Davia Bargellini la prima personale di Davide D'Elia