Torino, al Castello di Rivoli una mostra-flash di arte ucraina contemporanea


Dal 10 al 13 marzo, il Castello di Rivoli ospita “Una lettera dal fronte”, rassegna di opere filmiche e immagini in movimento di artisti ucraini contemporanei, a cura di Nikita Kadan e Giulia Colletti.

Quattro giorni per conoscere la produzione filmica e in movimento di alcuni importanti artisti ucraini contemporanei: succede al Castello di Rivoli - Museo d’Arte Contemporanea dove, dal 10 al 13 marzo 2022, va in scena Una lettera dal fronte, rassegna di opere filmiche e immagini in movimento di artisti contemporanei dall’Ucraina, curata dall’artista Nikita Kadan (Kiev, 1982) con Giulia Colletti. Il titolo della mostra è preso in prestito dal dipinto sovietico del 1947 di Aleksandr Laktionov (Rostov sul Don, 1910 – Mosca, 1972).

Gli artisti ucraini che partecipano alla rassegna con le loro opere sono attualmente bloccati nelle città sotto assedio oppure sono riusciti a rifugiarsi nelle zone di frontiera o nei paesi limitrofi. Si stanno mobilitando all’interno o all’esterno dei confini del Paese lacerato dalla guerra, misurandosi con le distanze attraverso i propri corpi. Alcuni di loro non sono riusciti a recuperare gli hard drive prima di lasciare le abitazioni e studi, e pertanto questa rassegna non può che confrontarsi anche con le modalità in cui le opere sono salvate in formato digitale su server, cloud e piattaforme web. Le proiezioni sono introdotte da una conversazione in streaming tra Nikita Kadan, che si trova a Kiev, e Carolyn Christov-Bakargiev, direttrice del Castello di Rivoli.

In mostra figurano opere di AntiGONNA, Nikita Kadan, Yaroslav Futymsky, Nikolay Karabinovych, Dana Kavelina, Alina Kleytman, Yuri Leiderman, Katya Libkind, Yarema Malashchuk and Roman Himey, Lada Nakonechna, R.E.P., Revkovsky / Rachinsky, Oleksiy Sai.

“Maggiori sono le distanze”, dichiarano gli artisti partecipanti, “più ci sentiamo uniti nella nostra richiesta di fermare l’aggressione russa in Ucraina. Non potremmo essere più solidali di come lo siamo adesso, proprio in questi momenti in cui stiamo realizzando che anni di lotte politiche rischiano di dissolversi e andare in fumo. La selezione delle opere filmiche e delle immagini in movimento presentate in questa occasione non parlano strettamente del conflitto in atto. Si tratta piuttosto di testimonianze degli sforzi fatti (o che pensavamo di aver fatto) per impedire che il conflitto si inasprisse. Queste opere possono essere lette come un presagio della catastrofe evidente e inevitabile, che troppo spesso nella storia dell’Ucraina è stata tangibile”.

“Il Museo oggi”, afferma Carolyn Christov-Bakargiev, “è un luogo che deve essere capace di concepire la propria attività a diverse velocità, quella della riflessione che è alla base di progetti espositivi che si programmano nei tempi lunghi e quella della reazione che rapidamente è opportuno avere nelle situazioni limite, come quelle che stiamo vivendo, in cui anche un Museo può e forse deve fare la propria parte, sempre nello spirito della condivisione, della produzione culturale e della pace”.

La conversazione tra Nikita Kadan e Carolyn Christov-Bakargiev sarà trasmessa via Instagram live alle ore 11 di giovedì 10 marzo 2022. Le proiezioni saranno trasmesse in presenza dal Teatro del Castello di Rivoli dal 10 al 13 marzo dalle ore 11 alle ore 19 e, a partire dall’11 marzo, anche sulla pagina Cosmo Digitale del Castello di Rivoli e sulla pagina web de Il Giornale dell’Arte.

Nikita Kadan (Kiev, Ucraina, 1982), vive e lavora a Kiev. È membro del gruppo artistico R.E.P. (Spazio sperimentale rivoluzionario, dal 2004) e co-fondatore e membro del gruppo curatoriale e attivista Hudrada (Comitato artistico, 2008). Lavora spesso in collaborazioni interdisciplinari - con architetti, attivisti di Human Rights Watch e sociologi.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraUna lettera dal fronte
CittàTorino
SedeCastello di Rivoli
DateDal 10/03/2022 al 13/03/2022
CuratoriGiulia Colletti, Nikita Kadan

Torino, al Castello di Rivoli una mostra-flash di arte ucraina contemporanea
Torino, al Castello di Rivoli una mostra-flash di arte ucraina contemporanea


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


La GAM di Torino dedica una mostra alla fotografia informale italiana
La GAM di Torino dedica una mostra alla fotografia informale italiana
Torino omaggia Vittorio Corcos. In mostra i dipinti più celebri, da Sogni a Ritratto della moglie Emma
Torino omaggia Vittorio Corcos. In mostra i dipinti più celebri, da Sogni a Ritratto della moglie Emma
In arrivo alla GAM di Torino l'antologica di Paolo Icaro
In arrivo alla GAM di Torino l'antologica di Paolo Icaro
Al Parco Arte Vivente di Torino la prima personale in Italia dell'artista indiana Navjot Altaf
Al Parco Arte Vivente di Torino la prima personale in Italia dell'artista indiana Navjot Altaf
Torino, quattro sculture gotiche in arrivo da Notre-Dame, Parigi, a Palazzo Madama
Torino, quattro sculture gotiche in arrivo da Notre-Dame, Parigi, a Palazzo Madama
Resilienza e resistenza: artisti ambientalisti in mostra al Parco Arte Vivente di Torino
Resilienza e resistenza: artisti ambientalisti in mostra al Parco Arte Vivente di Torino