Il Louvre mette per la prima volta all'asta opere d'arte ed esperienze esclusive


Bid for the Louvre, l’asta online organizzata dal Louvre con Christie’s e Drouot il cui ricavato sarà interamente devoluto a progetti educativi e di solidarietà.

Il Louvre e la casa d’aste Christie’s, con il sostegno di Drouot, si uniscono per Bid for the Louvre, un’asta online unica il cui ricavato sarà interamente devoluto a progetti di solidarietà ed educativi del Museo del Louvre e a Studio, un nuovo spazio dedicato all’educazione artistica e culturale che aprirà nell’autunno 2021. Il catalogo dell’asta è accessibile dall’1 al 15 dicembre 2020 sui siti ufficiali di Christie’s e di Drouot.

Per la prima volta, il Louvre mette all’asta ventiquattro lotti eccezionali: opere d’arte offerte da artisti contemporanei legati alla sede museale, come Johan Creten, Candida Höfer, Eva Jospin, Jean-Michel Othoniel, Pierre Soulages o Xavier Veilhan, esperienze esclusive, servizi di personalizzazione ispirati al Louvre o anche incontri privilegiati. Tra le esperienze offerte, alcune sono particolarmente uniche e spettacolari, vere prime mondiali, come il privilegio di assistere all’esame annuale della Gioconda fuori dalla sua teca o ancora quello di andare sui tetti del Louvre in compagnia dell’artista JR. 

 Grandi case di moda come Cartier, Christian Dior Couture, Le Meurice, Le Ritz Paris, Louis Vuitton, Moët Hennessy, Parfums Christian Dior hanno un forte legame con il Louvre e hanno partecipato alla scelta e alla progettazione dei lotti. Dietro ogni opera e dietro ogni esperienza offerta in quest’asta, si rende concreta la generosità di un artista, di un partner o di un mecenate del museo.

Il ricavato delle vendite sarà destinato esclusivamente a finanziare progetti di solidarietà e in particolare il futuro Studio, uno spazio di 1150 metri quadrati che sarà dedicato all’educazione artistica e culturale, accogliendo famiglie, persone con disabilità e i loro accompagnatori, gruppi scolastici. Le attività che verranno organizzate in questo nuovo spazio avranno l’obiettivo di far familiarizzare il pubblico con le pratiche museali e artistiche, di suscitare nuove forme di socialità e di sperimentare il museo in maniera differente. 

 Il direttore del Louvre Jean-Luc Martinez ha dichiarato: “Gli artisti e le case di moda legati al Louvre hanno risposto subito al nostro appello e li ringrazio moltissimo. Sanno che i progetti educativi e sociali ci stanno a cuore e si rendono ancora più necessari in questo periodo di pandemia che colpisce soprattutto le persone più fragili. È per questo che ho voluto che il ricavato di questa grande vendita, organizzata con Christie’s e Drouot sia destinato a loro. La generosità sarà anche direttamente messa al servizio della solidarietà”. 

 

Il Louvre mette per la prima volta all'asta opere d'arte ed esperienze esclusive
Il Louvre mette per la prima volta all'asta opere d'arte ed esperienze esclusive


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma