Grandi artisti raccontano le loro case, da Isgrò a Cattelan. Il progetto online della Fondazione Trussardi


Si chiama ’Viaggi da camera’ il progetto online della Fondazione Trussardi di Milano: gli artisti raccontano le loro case.

Viaggi da camera è il progetto online della Fondazione Nicola Trussardi che, partire lo scorso 27 marzo, invita gli artisti a raccontare il proprio spazio domestico e privato attraverso immagini, video e testi che vengono pubblicati quotidianamente sul sito ufficiale e sui profili social della Fondazione. Il progetto è ispirato al celebre romanzo settecentesco di Xavier De Maistre Viaggio intorno alla mia camera (scritto durante un soggiorno obbligato di 42 giorni in una stanza di Torino). Negli anni molti artisti ci hanno insegnato a guardare gli spazi che ci circondano da nuovi punti di vista: da Giorgio Morandi, chiuso nel suo studio nel mezzo della Seconda Guerra Mondiale, a Marisa Merz, che nella sua casa di Torino ci spronava a guardare il mondo con gli occhi chiusi, che per lei erano “straordinariamente aperti”, gli artisti hanno immaginato lo spazio domestico come un territorio aperto a infinite scoperte.

Adesso il progetto è aperto a tutti. Per partecipare, ognuno potrà postare sui social network il proprio “viaggio da camera” aggiungendo l’hashtag #viaggidacamera e taggando il nome della Fondazione, la quale condividerà questi post su Instagram e Facebook.

In questi momenti di chiusura forzata in casa, Viaggi da camera stimola a intraprendere nuovi viaggi all’interno del perimetro della propria stanza, per provare a scoprire nuove mappe della fantasia e nuovi punti di fuga.

Tra i molti artisti invitati, hanno già aderito al progetto (in ordine alfabetico): Valerio Ambiveri, Giorgio Andreotta Calò, Micol Assael, Atelier dell’Errore, Rosa Barba, Marco Belfiore, Carlo Benvenuto, Simone Berti, Irma Blank, Monica Bonvicini, Paolo Bottarelli, Maurizio Cattelan, Letizia Cariello, Matilde Cerruti Quara, Andrea Contin, Patrizio Di Massimo, Linda Fregni Nagler, Giuseppe Gabellone, Alberto Garutti, Genuardi/Ruta, Massimo Grimaldi, Emilio Isgrò, Luisa Lambri, Marcello Maloberti, Domenico Antonio Mancini, MASBEDO, Marzia Migliora, Adrian Paci, Giuseppe Penone, Diego Perrone, Gabriele Picco, Paola Pivi, Farid Rahimi, Antonio Rovaldi, Sven Sachsalber, Carolina Sandretto, Marinella Senatore, Elisa Sighicelli, Federico Tosi, Patrick Tuttofuoco, Grazia Varisco, Nico Vascellari, Francesco Vezzoli, Nanda Vigo, Luca Vitone.

Per visitare il sito della Fondazione Nicola Trussardi cliccate qui.

Ph. credit: Grazia Varisco

Grandi artisti raccontano le loro case, da Isgrò a Cattelan. Il progetto online della Fondazione Trussardi
Grandi artisti raccontano le loro case, da Isgrò a Cattelan. Il progetto online della Fondazione Trussardi


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Padova nasce il primo Museo della Geografia. Fa parte dei musei dell'Università
A Padova nasce il primo Museo della Geografia. Fa parte dei musei dell'Università
Carrara, nasce il museo su Michelangelo: firmato accordo tra Comune e Accademia
Carrara, nasce il museo su Michelangelo: firmato accordo tra Comune e Accademia
Art Delivery, il palinsesto online dei Musei Civici di Treviso
Art Delivery, il palinsesto online dei Musei Civici di Treviso
Le Gallerie d'Italia riaprono al pubblico le loro tre sedi. Prorogata la mostra Canova | Thorvaldsen
Le Gallerie d'Italia riaprono al pubblico le loro tre sedi. Prorogata la mostra Canova | Thorvaldsen
Il MAMbo di Bologna festeggia il suo compleanno diventando (anche) un incubatore per gli artisti
Il MAMbo di Bologna festeggia il suo compleanno diventando (anche) un incubatore per gli artisti
La Galleria dell'Accademia di Firenze digitalizza oltre 50 capolavori delle sue collezioni in alta definizione
La Galleria dell'Accademia di Firenze digitalizza oltre 50 capolavori delle sue collezioni in alta definizione