Visitare gli USA e i suoi musei: come richiedere l'ESTA?


Per andare negli USA e visitare le sue città e i suoi musei occorre richiedere in anticipo l’ESTA. Di cosa si tratta? Chi deve richiederlo? In quanto tempo si ottiene? Tutte le info in questo articolo.

State progettando un viaggio negli USA per visitare i più famosi musei degli Stati Uniti d’America? L’importante è che, appena possibile, facciate richiesta dell’ESTA USA in modo da poter sbarcare o transitare negli Stati Uniti senza alcun problema.

Quali sono i principali musei degli USA?

Metropolitan Museum of Art di New York. la sua collezione permanente conta oltre due milioni di opere d’arte suddivise in diciannove sezioni, dall’arte egizia ai maggiori maestri europei, all’arte statunitense. Tra i grandi artisti, Botticelli, Caravaggio, Correggio, Andrea Mantegna, Vermeer, Van Gogh, Monet, Manet, Seurat, Picasso, Pollock.

Museum of Modern Art di New York. Il museo conta una delle collezioni di arte moderna e contemporanea del mondo: tra dipinti, sculture, disegni, stampe, fotografie e performance conta circa 200mila opere d’arte. Tra i più celebri capolavori qui custoditi è la Notte stellata di Vincent van Gogh (1889).

Philadelphia Museum of Art. La collezione riflette la storia e la passione dei collezionisti di Philadelphia. Suddivisa in otto sezioni, comprende la più importante e ampia collezione di opere di Marcel Duchamp, una vastissima collezione di dipinti impressionisti e post-impressionisti, la più importante collezione di sculture di Rodin negli Stati Uniti.

 

Metropolitan Museum
Il Metropolitan Museum di New York



Il MoMA di New York
Il MoMA di New York



Il Solomon R. Guggenheim Museum di New York
Il Solomon R. Guggenheim Museum di New York

Museum of Fine Arts di Boston. Con oltre 450mila opere, riunisce una delle collezioni più complete d’America. Tra i pezzi più significativi è il dipinto di Paul Gauguin Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? (1897), ma si contano, tra gli altri, artisti quali Mary Cassatt, Edgar degas, Rosso Fiorentino, Rembrandt, Van Gogh.

National Gallery of Art di Washington. Comprende quasi settecento anni di storia dell’arte, da quella europea a quella americana, con opere dei più grandi maestri italiani e internazionali, dall’età antica a quella contemporanea. È qui conservato il primo esemplare originale della Piccola ballerina di quattordici anni di Edgar Degas (1878-1881).

A questi si aggiungono l’Art Institute of Chicago, il Solomon R. Guggenheim Museum e la Frick Collection di New York, il Detroit Institute of Arts, il Getty Museum di Los Angeles, lo Smithsonian American Art Museum di Washington.

Come richiedere l’ESTA USA?

Per andare negli USA e visitare i principali musei degli Stati Uniti è necessario richiedere l’ESTA USA, ovvero un’autorizzazione di viaggio elettronica senza richiedere un visto. L’acronimo ESTA sta a significare infatti Electronic System for Travel Authorization (sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio) ed è obbligatorio richiederlo per tutti coloro che desiderino fare una vacanza negli USA, un viaggio d’affari o anche semplicemente per coloro che facciano scalo o transitino negli USA. Chi non avrà con sé un ESTA valido non potrà imbarcarsi su aerei, navi da crociera o traghetti diretti negli Stati Uniti; è obbligatorio anche per i minori, che dovranno essere provvisti di un ESTA personale. Solo coloro che entrano negli USA via terra o che sono titolari di un visto o di un passaporto americano possono non essere muniti di ESTA.

 

Il Philadelphia Museum of Art
Il Philadelphia Museum of Art



Boston Museum of Fine Arts
Boston Museum of Fine Arts



National Gallery of Art di Washington
National Gallery of Art di Washington

Si tratta di una misura di sicurezza introdotta dall’U.S. Customs & Border Protection, l’Ufficio delle dogane e della protezione delle frontiere statunitensi, che permette di compiere anticipatamente controlli su tutti i viaggiatori, respingendo in questo modo eventuali individui indesiderati. Prima di partire saranno le compagnie di trasporto, quali quelle aeree e quelle di navigazione, a controllare che tutti i passeggeri possiedano un ESTA valido e il controllo consiste nel ricercare il numero di passaporto del passeggero all’interno del database delle autorizzazioni di viaggio dell’U.S. Customs & Border Protection.

Richiedere un ESTA per un viaggio in America è semplice e veloce rispetto a un visto, è possibile farlo online, senza bisogno di recarsi al consolato americano, nonché più economico. Ha validità due anni dalla data del rilascio e nel corso del periodo di validità è possibile andare negli USA tutte le volte che si voglia, sia per vacanza che per lavoro, tenendo conto che ogni soggiorno negli Stati Uniti può durare fino a un massimo di novanta giorni consecutivi, comprese tappe intermedie o successive in Canada, Messico o isole dei Caraibi. Se si vuole soggiornare oltre novanta giorni in USA è necessario invece richiedere un visto USA. Per richiedere un ESTA (h24) occorre compilare semplicemente un modulo digitale (la compilazione richiede soli 5 minuti) e provvedere ai costi tramite pagamento online utilizzando carte predisposte (il costo è di 29,95 euro a persona): dopo la concessione dell’ESTA ufficiale si riceverà una conferma via mail o via SMS. Per il rilascio ufficiale possono occorrere fino a 72 ore, ma se è urgente è possibile anche dopo un’ora. Per richiedere un ESTA con urgenza è necessario contrassegnare nel modulo online l’opzione “urgente”: il team si occuperà della richiesta in via prioritaria. In casi eccezionali anche le domande urgenti possono richiedere più tempo, è consigliabile quindi richiedere l’ESTA il più presto possibile se si programma un viaggio negli USA.


La consultazione di questo articolo è e rimarrà sempre gratuita. Se ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma