Street art, lo striscione di Endless contro il turismo irrispettoso a Venezia


Lo street artist britannico Endless ha appeso nei punti fulcro di Venezia una sua nuova opera-striscione contro il turismo irrispettoso in città. 

Lo street artist britannico Endless ha realizzato una nuova opera contro il turismo irrispettoso di Venezia: si tratta di un’opera-striscione lunga sette metri che è stata appesa nei punti fulcro della città, dal ponte di Rialto al Mercato del pesce fino alla Chiesa di Santa Maria Formosa. 

Intento di Endless è condividere un messaggio che riguarda il ritorno post-pandemico del turismo di massa: l’opera infatti nasce a seguito delle notizie sull’impatto ambientale che il turismo di massa ha avuto sulla città della Serenissima e della richiesta di un ritorno a un turismo più attento. 

Lo striscione, che ha attirato la curiosità dei passanti che si sono fermati a scattare foto alla nuova opera, intende essere una rappresentazione ironica ed esagerata di un turista britannico stereotipato, che indossa pantaloncini con la bandiera Union Jack e un cappello “I Love Venice”.

Negli ultimi anni al centro di Venezia è la questione delle grandi navi. Lo street artist britannico spera con la sua nuova creazione di incoraggiare, in modo ironico, le persone a visitare la città con rispetto.

 

Street art, lo striscione di Endless contro il turismo irrispettoso a Venezia
Street art, lo striscione di Endless contro il turismo irrispettoso a Venezia


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2021
Tutto il 2021 in un libro di 430 pagine con 65 fotografie a colori, in una selezione di 65 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI