Street art, lo striscione di Endless contro il turismo irrispettoso a Venezia


Lo street artist britannico Endless ha appeso nei punti fulcro di Venezia una sua nuova opera-striscione contro il turismo irrispettoso in città. 

Lo street artist britannico Endless ha realizzato una nuova opera contro il turismo irrispettoso di Venezia: si tratta di un’opera-striscione lunga sette metri che è stata appesa nei punti fulcro della città, dal ponte di Rialto al Mercato del pesce fino alla Chiesa di Santa Maria Formosa. 

Intento di Endless è condividere un messaggio che riguarda il ritorno post-pandemico del turismo di massa: l’opera infatti nasce a seguito delle notizie sull’impatto ambientale che il turismo di massa ha avuto sulla città della Serenissima e della richiesta di un ritorno a un turismo più attento. 

Lo striscione, che ha attirato la curiosità dei passanti che si sono fermati a scattare foto alla nuova opera, intende essere una rappresentazione ironica ed esagerata di un turista britannico stereotipato, che indossa pantaloncini con la bandiera Union Jack e un cappello “I Love Venice”.

Negli ultimi anni al centro di Venezia è la questione delle grandi navi. Lo street artist britannico spera con la sua nuova creazione di incoraggiare, in modo ironico, le persone a visitare la città con rispetto.

 

Street art, lo striscione di Endless contro il turismo irrispettoso a Venezia
Street art, lo striscione di Endless contro il turismo irrispettoso a Venezia


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma