Bologna, la piazza delle Due Torri rimarrà chiusa per alcuni anni


Si prospetta una lunga chiusura per la piazza delle Due Torri a Bologna: occorre infatti mettere in sicurezza la Garisenda e poi partire con il cantiere di restauro. Le operazioni dureranno alcuni anni.

A Bologna rimarrà chiusa per alcuni anni piazza di Porta Ravegnana, ovvero la piazza delle due torri, e per la stessa durata di tempo rimarrà transennata la Garisenda dopo le oscillazioni anomale riscontrate nei giorni scorsi: il provvedimento di chiusura rimarrà infatti in vigore fino alla conclusione dei restauri della torre decisi nelle scorse ore. Viene dunque confermato il Piano di mobilità provvisorio che è scattato sabato 22 ottobre, e nei prossimi mesi verrà predisposto un Piano di mobilità definitivo valido per i prossimi anni.

Deviazioni per il trasporto pubblico (si parla di 645 corse al giorno deviate nei giorni feriali, ovvero quelle che percorrevano via San Vitale e poi via Rizzoli in direzione via Ugo Bassi) e per il traffico privato, dunque, nelle strade attorno alla piazza. In particolare scatterà un blocco alla circolazione su via San Vitale che sarà posizionato subito dopo via Guido Reni. Inoltre via Castel Tialto diventerà strada pedonale per consentire un migliore flusso dei pedoni attorno all’area delle Due Torri, e in attesa di istituire la pedonalizzazione vera e propria con atto di Giunta, in via Castel Tialto si invertirà il senso di marcia (che diventerà con direzione da San Vitale a Strada Maggiore) e si istituirà il divieto di transito eccetto gli accedenti ai passi carrai e il limite velocità 10 km /h con precedenza ai pedoni su tutta la sede stradale. Modifiche anche per le biciclette che arrivano da via San Vitale: in direzione via Zamboni devono procedere a mano per un paio di metri davanti alla gelateria Gianni mentre in direzione via Rizzoli devono procedere a mano fino a via Rizzoli. Per garantire l’accesso a residenti, consegna merci e accedenti a posti auto dell’area attorno alle due Torri sono attualmente sospesi i varchi Rita di via Ugo Bassi in entrata e via Rizzoli in uscita. I varchi saranno riattivati una volta definita la nuova disciplina temporanea di accesso e inserite nel sistema le targhe dei nuovi veicoli autorizzati.

Nei prossimi giorni verrà approvato dalla Giunta l’aggiornamento del Piano di Protezione civile e verranno effettuati sopralluoghi da parte della Polizia locale nelle abitazioni in prossimità della Garisenda per verificare le eventuali presenze di persone oltre ai residenti. Verrà chiesta anche l’autorizzazione a utilizzare il numero di cellulare degli abitanti della zona da utilizzare in caso di emergenza. Sulla base di una prima ipotesi di accantieramento per il futuro cantiere che prevede il montaggio di una struttura metallica provvisoria intorno alla torre verrà poi effettuato un allargamento della recinzione della piazza di porta Ravegnana, per verificare e monitorare i flussi pedonali e ciclabili della zona.

Per quanto riguarda i lavori, ci sarà una prima fase, della durata di circa un mese, che servirà per progettare la struttura di protezione e allestire il cantiere, dopodiché verrà costruito un recinto che servirà a mettere in piedi la struttura che conterrà la torre. Il restauro partirà solo dopo queste operazioni, che potrebbero durare diversi mesi. Si prospetta infine una chiusura a lungo termine anche per la Torre degli Asinelli, una delle maggiori attrazioni turistiche della città: di sicuro, non la si potrà più scalare finché la Garisenda non sarà messa in sicurezza.

Foto: Comune di Bologna

Bologna, la piazza delle Due Torri rimarrà chiusa per alcuni anni
Bologna, la piazza delle Due Torri rimarrà chiusa per alcuni anni


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020