I portici di Bologna sono da oggi Patrimonio Mondiale dell'Umanità


I Portici di Bologna sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità: lo ha annunciato Lucia Borgonzoni

Oggi, 28 luglio, è l’ultimo giorno di valutazione delle candidature per entrare nella lista Unesco come Patrimonio dell’Umanità e le sorprese infatti per l’Italia non sono ancora finite: dopo il riconoscimento ottenuto dagli affreschi di Padova Urbs Picta e di Montecatini Terme, da oggi anche i Portici di Bologna sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Salgono quindi a 58 i siti italiani iscritti al Patrimonio Mondiale. 

Ad annunciarlo è stata il sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni nel corso della 44^ Sessione del World Heritage Commitee dell’Unesco in corso fino al 31 luglio a Fuzhou in Cina: "I Portici di Bologna sono patrimonio dell’umanità. Con il riconoscimento di oggi, l’Italia ottiene il terzo sito in questa sessione Unesco“. Così il sottosegretario ha confermato l’iscrizione dei Portici di Bologna nei siti Patrimonio dell’Umanità. Inoltre sul suo profilo Facebook, postando un’immagine dei famosi lunghi portici, ha scritto: ”L’Italia sul tetto del mondo. Con Bologna e i suoi portici riconosciuti patrimonio dell’umanità, sono 58 i siti italiani". 

I Portici di Bologna avevano presentato la loro candidatura a Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco nel gennaio 2020 e il maggio scorso il riconoscimento era stato rinviato, sebbene fosse stato riconosciuto il loro potenziale come testimonianza eccezionale di valori espressivi d’identità urbana, di spazio privato ad uso pubblico. 

Ora finalmente la bella notizia è arrivata. 

I portici di Bologna sono da oggi Patrimonio Mondiale dell'Umanità
I portici di Bologna sono da oggi Patrimonio Mondiale dell'Umanità


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma