Siena: il prezioso carro del principe etrusco visibile al pubblico


Torna visibile al pubblico il cosiddetto calesse del Poggione, un carro etrusco probabilmente appartenuto a un principe. Ecco dove e quando ammirarlo.

Torna visibile al pubblico il prezioso carro etrusco ritrovato negli anni Ottanta nella necropoli del Poggione, vicino a Castelnuovo Berardenga (provincia di Siena): dal 5 agosto lo si può osservare presso il Museo Corboli di Asciano, non lontano dal luogo del suo ritrovamento. Il reperto, noto anche come calesse del Poggione e risalente alla fine del VII secolo a.C. o agli inizi del VI, era stato sottoposto a un lungo restauro: è stato anche integrato con una struttura in legno che ricostruisce forma e dimensioni dell’opera.

Il carro, che forse apparteneva a un principe etrusco, che era tirato da due cavalli e aveva una seduta e uno spazio posteriore destinato ai bagagli o a eventuali passeggeri, è stato anche oggetto di ricerche condotte in parallelo al restauro. “Si tratta”, spiega Irma Della Giovampaola, archeologa della Soprintendenza di Siena, Grosseto e Arezzo e direttrice scientifica del restauro, “di un calesse funzionale a percorsi anche lunghi, che permetteva di viaggiare seduti, idoneo a raggiungere i possedimenti del suo proprietario, oltre che al trasporto di beni, simbolo quindi del suo status, con una forte valenza celebrativa del rango del gruppo gentilizio, non solo dell’individuo, e del ruolo di controllo del territorio svolto da esso. Sembra avvalorare questa interpretazione la collocazione del calesse all’interno della tomba, che lo lega non solo al mondo funerario, come proiezione simbolica del viaggio agli inferi ma anche come status symbol dell’aristocrazia locale”.

Soddisfazione anche da parte delle autorità locali. “Siamo orgogliosi e lieti”, hanno dichiarato il sindaco di Asciano, Paolo Bonari, e l’assessore alla cultura Lucia Angelini, “che il carro torni finalmente al Museo. La nostra amministrazione è fermamente convinta del ruolo che la cultura e i nostri due musei, il Corboli e il Cassioli, possano esercitare non solo in relazione alla comunità locale, ma anche per aumentare l’attrattività turistica del nostro splendido borgo immerso nelle Crete senesi”.

Chi vorrà ammirare il carro del principe potrà recarsi al Museo Corboli di Asciano, aperto in agosto tutti i giorni dalle 10 alle 23. Per info: www.museisenesi.org.

Nell’immagine: il Calesse del Poggione, dalla pagina Facebook del Museo Corboli di Asciano

Siena: il prezioso carro del principe etrusco visibile al pubblico
Siena: il prezioso carro del principe etrusco visibile al pubblico


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


A Venezia una selezione di film de Lo Schermo dell'Arte Film Festival
A Venezia una selezione di film de Lo Schermo dell'Arte Film Festival
PARMA 360: la terza edizione dal 14 aprile al 3 giugno 2018
PARMA 360: la terza edizione dal 14 aprile al 3 giugno 2018
ArtVerona 2017 in programma dal 13 al 16 Ottobre
ArtVerona 2017 in programma dal 13 al 16 Ottobre
Riapre il torricino del Palazzo Ducale di Urbino: da giovedì visite panoramiche
Riapre il torricino del Palazzo Ducale di Urbino: da giovedì visite panoramiche
Da Lucio Fontana e Bonalumi a Nobuyoshi Araki: cosa vedremo ad ArtePadova 2017
Da Lucio Fontana e Bonalumi a Nobuyoshi Araki: cosa vedremo ad ArtePadova 2017
Firenze, presentato il [non]festival delle narrazioni popolari e impopolari, il festival dove i big sono i cittadini
Firenze, presentato il [non]festival delle narrazioni popolari e impopolari, il festival dove i big sono i cittadini



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020