A Milano una mostra gratuita sull'arte del Sessantotto


Al via a Milano la mostra Arte Ribelle. 1968 - 1978. Artisti e gruppi dal Sessantotto, un’esposizione gratuita per indagare l’arte sessantottina.

Manca poco al cinquantesimo anniversario del Sessantotto: per l’occasione, a Milano, presso la Galleria Credito Valtellinese, è in programma una grande mostra che intende rileggere quel periodo di cambiamenti attraverso l’arte. Arte Ribelle. 1968 - 1978. Artisti e gruppi dal Sessantotto, a cura di Marco Meneguzzo, è un’esposizione che nasce dalla voglia di indagare quali furono le espressioni artistiche sorte nell’Italia del periodo sulla scorta della protesta, della voglia di cambiare, dell’intenzione di rivoluzionare la politica. Sono due i poli principali su cui si concentra la mostra: Milano e Roma, città che videro l’alternarsi di un’arte “alta” (pittura figurativa ma anche arte concettuale e performativa) e di un’arte di registro, per così dire, “basso”, come fumetti e illustrazioni. Tutte forme accomunate dal grande spirito d’innovazione nei confronti di un linguaggio ritenuto non più adatto a rappresentare le istanze della modernità.

Significativo che la mostra si tenga proprio a Milano, che fu forse la città italiana più interessata dalle lotte sessantottine.Se la Francia ha celebrato la sua Figuration Narrative con una mostra al Centre Pompidou (maggio 2008)“, dichiarano i direttori della Galleria Credito Valtellinese, Cristina Quadrio Curzio e Leo Guerra, ”ci pare opportuno che Milano – cuore della protesta studentesca e operaia italiana – faccia altrettanto con gli artisti e anche coi semplici illustratori, che furono testimoni attivi di quella stagione, e che costituirono un esempio importante, duraturo e linguisticamente non secondo a nessuno nell’Europa di quell’epoca". In mostra saranno presenti circa ottanta opere di pittura e scultura alle quali s’aggiungono diverse fotografie e un nutrito numero di documenti. Vedremo opere di alcuni dei grandi protagonisti dell’epoca: Nanni Balestrini, Gianfranco Baruchello, Mario Schifano, Vincenzo Agnetti, Pablo Echaurren, Franco Angeli, Emilio Isgrò, e ancora Giuseppe Guareschi, Titina Maselli, Carlos Mensa, Sergio Sarri, Fernando De Filippi, Paolo Baratella, Fabio Mauri, Mario Ceroli, Mario Ugo La Pietra, Umberto Mariani, Franco Vaccari, Gianni Pettena, Gianni Emilio Simonetti, Giangiacomo Spadari, Franco Mazzucchelli.

La mostra, prodotta e organizzata dalla Fondazione Gruppo Credito Valtellinese, è aperta dal 12 ottobre al 9 dicembre 2017, con orario 13:30-19:30 dal martedì al venerdì, e 15-19 il sabato. Chiuso la domenica e il lunedì, oltre al 1° novembre e all’8 dicembre. Ingresso libero. Informazioni sul sito www.creval.it.

Immagine: Giuseppe Guareschi, Donna che corre (1975; tecnica mista su tavola, 105 x 100 cm). Ph Credit Fabrizio Stipari.

A Milano una mostra gratuita sull'arte del Sessantotto
A Milano una mostra gratuita sull'arte del Sessantotto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER