A Milano in mostra l'arte ribelle dal Sessantotto


Fino al 9 dicembre 2017 la Galleria Gruppo Credito Valtellinese di Milano ospita una mostra sulle espressioni artistiche ispirate alle proteste e rivoluzioni del Sessantotto

Con la mostra "Arte ribelle. 1968-1978 Artisti e gruppi dal Sessantotto", che si tiene fino al 9 dicembre presso la Galleria Gruppo Credito Valtellinese di Milano, si intende indagare su quelle espressioni artistiche in Italia che si sono ispirate alla protesta politica e rivoluzionaria di quegli anni.

Sono esposte opere appartenenti a un gruppo ristretto di artisti, in particolare attivi tra Milano e Roma, che sia attraverso la pittura sia attraverso l’illustrazione di riviste, hanno voluto costruire un linguaggio innovativo e accettato dalle grandi masse.

Circa ottanta opere, oltre a testimonianze fotografiche e a documenti illustrati, realizzate da Vincenzo Agnetti, Franco Angeli, Fernando De Filippi, Nanni Balestrini, Gianfranco Baruchello, Mario Ceroli, Emilio Isgrò, Pablo Echaurren, Mario Schifano, Umberto Mariani, Franco Vaccari e da altri artisti.

L’esposizione è stata ideata da Marco Meneguzzo con la collaborazione dei direttori artistici della Galleria.

Orari: Da martedì a venerdì dalle 13.30 alle 19.30, sabato dalle 15 alle 19. Chiuso la domenica, il lunedì e l’8 dicembre.

Ingresso libero.

Immagine: Paolo Baratella, Vieni signora Felicità (1970, acrilico su tela, 100 x 100 cm) Ph. Credit: Fabrizio Stipari

A Milano in mostra l'arte ribelle dal Sessantotto
A Milano in mostra l'arte ribelle dal Sessantotto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER