Antonio Canova e Fidia a confronto: una mostra a Villa Carlotta


Dal 24 settembre all’11 dicembre 2022 Villa Carlotta a Tremezzo accoglie la mostra “Canova, novello Fidia” che pone a confronto la poetica artistica di Antonio Canova con quella di Fidia di Atene, suo alter ego dell’antichità. 

In occasione del secondo centenario della morte di Antonio Canova (Possagno, 1757 – Venezia, 1822), Villa Carlotta presenta la mostra Canova, novello Fidia, a cura di Gianfranco Adornato, Professore Associato di Archeologia classica alla Scuola Normale Superiore di Pisa, con Maria Angela Previtera, direttrice di Villa Carlotta, e Elena Lissoni, conservatrice museale di Villa Carlotta. Visitabile dal 24 settembre all’11 dicembre 2022, l’esposizione pone a confronto la poetica artistica di Antonio Canova con quella di Fidia di Atene, suo “alter ego” dell’antichità, invitando il pubblico a intraprendere un inedito percorso alla riscoperta dei due autori attraverso il dialogo tra le opere canoviane del museo e alcuni importanti prestiti di reperti archeologici provenienti dai maggiori musei italiani.

Numerosi i prestiti d’eccezione, a partire dal torso dell’Amazzone ferita delle collezioni dei Musei Reali di Torino, unica versione al mondo in basanite (materiale estratto nella regione dello Wadi Hamammat in Egitto, molto difficile da lavorare e molto prezioso) messo a confronto con il gesso originale della Musa Tersicore di Antonio Canova delle collezioni di Villa Carlotta. Il soggetto dell’Amazzone si può apprezzare anche nella forma di un’erma proveniente dalla Villa dei Papiri di Ercolano, oggi conservata nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli, e in una versione miniaturizzata in bronzo proveniente dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Riguardo alla celebre statua fidiana in oro e avorio che rappresentava Zeus in trono e che si trovava nel suo tempio a Olimpia, in mostra si trova una delle sole due monete antiche giunte fino a noi, databile agli ultimi anni del regno di Adriano, che ritrae il padre degli dei. A suggellare l’incontro e il dialogo tra Fidia e Canova, si è deciso di mettere a confronto la Testa di Apollo del Museo Archeologico di Napoli con il Palamede canoviano, opera simbolo di Villa Carlotta. Completano il percorso alcuni calchi delle sculture del Partenone provenienti dall’Accademia di Belle Arti di Brera, con la quale Canova aveva intrecciato uno stretto rapporto. Fu proprio grazie all’intervento dello scultore di Possagno che i marmi, trasportati da Lord Elgin da Atene a Londra, ebbero una paternità e un posto di primo ordine nella storia dell’arte antica, moderna e contemporanea. Canova durante una visita a Londra nel novembre del 1815, ne aveva ammirato da vicino “le figure in grande, nelle quali l’artista poteva far mostra del suo vero sapere”, affermando che “le opere di Fidia sono vera carne cioè bella natura”.

La visita alla mostra è compresa nel biglietto d’ingresso a Villa Carlotta, aperta da lunedì a domenica, dalle 10 alle 19. Dal 7 novembre all’11 dicembre, durante la chiusura al pubblico della Villa, sarà possibile visitare la mostra su prenotazione scrivendo a segreteria@villacarlotta.it.

Per info: www.villacarlotta.it

Immagine: Antonio Canova, Musa Tersicore (1811; gesso originale; Tremezzina, Villa Carlotta, Museo e Giardino botanico)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraCanova, novello Fidia
CittàTremezzo
SedeVilla Carlotta
DateDal 24/09/2022 al 11/12/2022
ArtistiAntonio Canova
CuratoriGianfranco Adornato, Maria Angela Previtera, Elena Lissoni
TemiScultura

Antonio Canova e Fidia a confronto: una mostra a Villa Carlotta
Antonio Canova e Fidia a confronto: una mostra a Villa Carlotta


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Genova, a Villa Croce l'astrattismo di Tomas Rajlich in dialogo coi grandi del secondo Novecento
Genova, a Villa Croce l'astrattismo di Tomas Rajlich in dialogo coi grandi del secondo Novecento
A Milano una monografica su Roberto Ciaccio al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia
A Milano una monografica su Roberto Ciaccio al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia
Riunito alla National Gallery di Londra l'intero ciclo delle opere più sensuali di Tiziano. Per la prima volta dal 1704
Riunito alla National Gallery di Londra l'intero ciclo delle opere più sensuali di Tiziano. Per la prima volta dal 1704
Michelangelo in vacanza sul lago. I disegni di Casa Buonarroti in mostra a Riva del Garda
Michelangelo in vacanza sul lago. I disegni di Casa Buonarroti in mostra a Riva del Garda
Roma, apre la mostra di Banksy: oltre 100 opere al Chiostro del Bramante
Roma, apre la mostra di Banksy: oltre 100 opere al Chiostro del Bramante
Gallerie Estensi, l'arte contemporanea di Simon Starling dialoga con Tintoretto
Gallerie Estensi, l'arte contemporanea di Simon Starling dialoga con Tintoretto